Uno degli aspetti che ho iniziato maggiormente ad apprezzare in Hearthstone negli ultimi mesi è quello delle “fantacombo”, ovvero tutte quelle combinazioni di carte particolari, strane, difficili da realizzare che ti permettono di vincere in un turno o comunque in modo molto fantasioso.

Ho iniziato a scoprirne da me, a provare a crearne di nuove con una conseguente discesa nella classifica ma con un incremento altissimo del divertimento: in poche parole ho quasi smesso di giocare in modo competitivo.

Dico quasi perché spesso e volentieri mi lancio in scalate importanti con mazzi forti, molto forti, solo per testare un po' la mia abilità anche se tendo a non utilizzare mai i mazzi in tier 1 perché li trovo, generalmente, troppo noiosi.

Con Operazione Apocalisse, l'espansione che ha debuttato qualche giorno fa, credo di aver raggiunto il nirvana.

Una delle carte a cui ero più interessato, Robo-C'thun, è diventata uno dei motivi per cui resto sveglio la notte. Il suo effetto è micidiale e richiede una condizione di attivazione che mi ha fatto fare sogni bagnati per lungo tempo dopo essere stata annunciata.

LO. AMO.

Se rimaniamo senza carte nel deck, senza carte in mano e senza minion sulla board (solo il nostro lato) e Robo-C'thun muore allora vinciamo istantaneamente la partita.

Ho perso qualcosa come 210 partite circa, ne ho vinte circa 50, ma non riesco a smettere di utilizzare questa dannata carta in qualsiasi mazzo e in qualsiasi classe.

Qualcuno, nella cerchia dei pro-player, è riuscito persino a creare mazzi parecchio consistenti che riescono ad utilizzare molto bene il suo effetto tanto da stupire positivamente la community fin dalle prime ore di vita dell'espansione.

Azzarderei di più, questa carta in torneo potrebbe essere anche una scelta tech interessante da portare all'interno di qualche line-up.

Ma non si tratta solo di Robo-Cthun. No, questa espansione ha introdotto così tante combo interessanti, divertenti e forti che sono molto tentato di promuoverla come la migliore dai tempi di Goblin contro Gnomi.

Non solo ha aperto lo spazio a tantissimi nuovi archetipi, non solo ha reso viabili delle combo incredibilmente divertenti all'interno della modalità classificata, ma è anche una delle espansioni con il power level più forte di sempre (Naxxramas chiaramente non conta, altrimenti la vince facile).

Nelle prime ore dall'uscita di Operazione Apocalisse ho visto i giocatori sperimentare qualsiasi cosa, qualsiasi, senza mai trovare mazzi uguali nella mia maratona in classificata.

Non ricordo, sinceramente, l'ultima volta che è successo.

Quasi piangevo.

E ora (al momento della scrittura del pezzo ci avviamo verso il quarto giorno), nonostante iniziamo a vedere qualche stabilizzazione e nonostante inizino a definirsi le classi e i mazzi più forti, i giocatori continuano a sorprendermi, a sperimentare e a divertirsi.

Divertimento è la parola chiave di Operazione Apocalisse, secondo me, e questo non fa che rendere Hearthstone uno dei giochi di carte, anzi, il gioco di carte digitale migliore presente sul mercato.

Sì, esistono giochi migliori, più competitivi, più inclini a premiare il giocatore più abile e meno inclini a promuovere il caso e l'RNG, ma di certo nessuno di questi può vantare il livello di divertimento che riesce a garantire Hearthstone.

Blizzard, e il Team 5, con Operazione Apocalisse hanno superato loro stessi riuscendo a stampare della carte che non solo mirano alla creazione di mazzi validi a livello competitivo, ma spingono anche (e molto) i giocatori ad essere creativi e propositivi offrendo loro la possibilità di esplorare combinazioni di carte molto particolari ed esotiche.

Questo è il mio secondo mazzo preferito. Ma questa è un'altra storia.

Come scrissi prima dell'uscita dell'espansione sembra che Blizzard stia facendo virare il gioco verso un modo di giocare “value based” spingendo, quindi, i giocatori a trarre il valore massimo da ogni giocata premiando chiunque riesca a farlo meglio dell'altro.

Proprio questa spinta verso la ricerca del valore spinge i giocatori ad andare oltre l'EV della carta (il valore numerico determinato dal rapporto costo/statistiche), ad effettuare giocate “tempo loss” purché ognuna di queste porti alla generazione di valore nel breve termine.

Sì, Operazione Apocalisse è la mia espansione di Hearthstone preferita. E poi si riesce a giocare Zoo, e quando la versione Zoo dello Stregone è viabile è sempre, sempre positivo. Vuol dire che il meta è ancora sano.