Blizzard ha finalmente completato il revel di tutte le carte della nuovissima espansione di Hearthstone, Operazione Apocalisse (io vorrei usare il nome inglese, infinitamente migliore, ma poi mi dicono su), ed è il momento di farci due chiacchiere in merito.

Siamo di fronte ad uno di quei rari casi in cui è possibile dire fin da subito, ancora prima di aspettare il 7 Agosto, giorno di pubblicazione dell’espansione, che si tratta di un set dal power level mostruoso che scombinerà il meta in maniera piuttosto incisiva.

Aspetterò comunque il giorno dell’uscita per avere un’idea migliore di quello che offrono le nuovissime carte poiché senza provarle è in effetti difficile dire quante di loro possono effettivamente trovare spazio (nonostante quasi tutte siano mostruosamente forte).

Dopo Boscotetro, la scorsa espansione, dal power level infimo mi aspettavo che Blizzard avesse deciso di abbassare notevolmente la potenza delle carte per mantenere un po’ gli equilibri all’interno del gioco e invece mi trovo davanti a 136 carte che fanno paura solo a vedersi tanto è alto il loro livello.

Con cosa abbiamo a che fare precisamente?

Ho fatto il preordine per lui.

Parto subito con fare qualche applauso ai designer che hanno ambientato l’espansione all’interno dei Laboratori Boom facendo ritornare al centro delle scene un personaggio molto particolare, amato ed odiato, del mondo di Hearthstone.

Dr.Boom è stato il protagonista assoluto di ogni mazzo presente all’interno del gioco, un drop a 7 fra i più forti mai stampati, che occupava quello slot in tutti gli archetipi esistenti fino all’arrivo dello Standard e quindi la sua triste dipartita.

Non solo, Dr.Boom è diventato celebre anche nel mondo di World of Warcraft proprio per via di questa sua incredibile potenza all’interno di Hearthstone.

Nell’MMO di Blizzard il Goblin esplosivo faceva parte di una quest molto stupida la cui risoluzione non aveva bisogno di troppo impegno e lui stesso non ha mai rappresentato una minaccia più grande di qualsiasi altro mob comune presente nel gioco. Basti pensare che se si aveva una classe capace di attaccare sulla distanza il povero Boom non aveva proprio voglia di attaccare regalandovi una vittoria senza subire danno.

Eppure fra i giocatori di Hearthstone il goblin aveva raggiunto una popolarità tale che in molti hanno deciso di andare a trovarlo su World of Warcraft per vedere chi diamine fosse quel personaggio che tanto li faceva sudare nella Locanda. Ovviamente tutti sono rimasti scottati nello scoprire che si trattava di un boss stupido ed inutile.

Blizzard, con Operazione Apocalisse (The Boomsday Project in inglese), ha deciso non solo di riportarlo in auge nella Locanda dedicandogli un’espansione tutta sua, ma ha deciso di inserire dei contenuti extra che lo riguardano anche all’interno di World of Warcraft per dare un po’ più di spessore ad un personaggio altrimenti inutile.

Il Druido sarà una classe troppo forte.

Sono rimasto molto colpito da questa attenzione per i dettagli che si riversa anche nelle carte e nel design delle classi, ognuna delle quali legata ad una particolare “scienza” e ad un settore di ricerca nei laboratori Boom.

Si va dal Druido che studia la natura al Prete che studia la clonazione passando per lo Stregone che studia il potenziamento demoniaco e così via. Insomma, ognuna delle 9 classi ha ricevuto un’identità a livello di lore tutta sua: il tutto in linea con le carte ricevute e con i poteri di ciascuna classe.

Insomma, il lavoro di Blizzard dal punto di vista del design stavolta è stato incredibile, su questo non ci piove.

Ma a livello di gioco quali sono le novità più importanti?

Possiamo iniziare da Magnetismo, la nuova parola chiave presente su alcune carte, che ci permette di fondere un Robot se posizionato a sinistra di un altro Robot in campo: questo ci permette di aggiungere statistiche ed effetti al minion su cui si siamo “fusi”.

Giocato a destra, invece, entra in gioco come un minion standard.

Si tratta di una meccanica particolare, molto particolare, che va a stravolgere completamente le logiche di posizionamento.

In più Magnetismo sembra essere una meccanica molto lenta che promuove il cosìddetto “value game”, ovvero quello stile di gioco in cui cerchi di trovare sempre valore da una giocata o da un trade, uno stile di gioco che arriva direttamente dall’Arena.

Sono decisamente curioso di capire quanto sarà incisiva all’interno delle partite tale meccanica soprattutto perché premia moltissimo le giocate più lente e pensate rispetto al classico “gioco la carta luminosa”.

L’espansione inserisce anche due nuovi tipi di carta: le Omega e i Progetti. Le prime sono carte che trovano un effetto incredibilmente forte se giocate mentre si hanno 10 cristalli di mana e le seconde sono carte molto forti, fortissime, che danno vantaggi ad entrambi i giocatori.

In entrambi i casi siamo di fronte ad un design unico ed incredibile che spinge il giocatore ad uno stile di gioco decisamente diverso da quello a cui siamo abituati il che è sempre positivo per un gioco di carte.

Non vedo l'ora di provare Magnetismo.

Purtroppo, da questa espansione sembra uscire un Druido fin troppo forte: talmente tanto potenziato che rischia di monopolizzare completamente la classificata. La community ha già individuato qualche carta che subirà senza alcun dubbio un nerf durante il primo periodo di Operazione Apocalisse.

Bilanciare le classi su Hearthstone è sempre stato un problema enorme e al di là di Un’Goro e del periodo post-nerf arrivato dopo Boscotetro non abbiamo troppi esempi di un gioco vario e pulito.

Al di là del power level esagerato delle carte di Operazione Apocalisse, che potenziano tutte le classi, il Druido sembra trovare un valore ancora più grande, talmente tanto da non avere troppi counter.

Ovviamente aspettiamo l’uscita per poter capire quanto effettivamente Malfurion monopolizzerà la Locanda anche se si tratta solo di una speranza poiché le carte stampate per la classe sono obbiettivamente così forti che risulterebbe parecchio strano se il buon Druido non mantenesse invariata la sua posizione come miglior classe di Hearthstone al momento.

Personalmente non vedo l’ora di mettere le mani sull’espansione e di testare qualche combo fantasiosa che in questi giorni sto cercando di mettere a punto. Il prossimo 7 Agosto lo attendo come un bambino aspetta il Natale.

Non vedo l’ora.