Capcom ha decisamente effettuato un lavoro impressionante con il remake di Resident Evil 2, come è possibile vedere anche in questo video.

Ma quale sarà stata la parte più difficile, per il team di sviluppo, nel ricreare questo pezzo di storia del videogame? Questa domanda è stata posta dai nostri colleghi di Daily Star ai producer Tsuyoshi Kanda e Yoshiaki Hirabayashi.

Qualcuno potrebbe pensare che la parte più complicata dello sviluppo è stata riadattare i tasti del controller, oppure ridefinire la telecamera dell'originale Resident Evil 2. Invece no, la parte più difficile è stata... l'alligatore gigante.

"Ricreare il gigante alligatore, quella è stata la vera sfida", ha affermato ridendo il producer Tsuyoshi Kanda.

"Cercare di aggiornare quel mostro in un gioco dove si hanno facce scannerizzate, attori in motion capture e ambienti fotorealistici... questo è stato veramente molto difficile".

"È stato molto complicato farlo senza cambiare il tono del gioco", ha continuato Yoshiaki Hirabayashi. "Gareggiamo anche con le memorie che hanno i videogiocatori su questo titolo".

Insomma, non è di certo semplice cercare di portare un mostro surreale come un alligatore gigante in un gioco che cerca di essere quanto più realistico possibile (stiamo comunque parlando di una invasione zombie). Voi cosa ne pensate?

Resident Evil 2 Remake sarà disponibile a partire dal prossimo 25 gennaio 2019 per PlayStation 4, Xbox One e PC.

resident evil 2

[wp_ad_camp_1]