Il CEO dell'italiana software house Ovosonico, Massimo Guarini, ha concesso un'intervista ai colleghi di GameIndustry, dove ha avuto modo di parlare di come i modelli su abbonamento diventeranno predominanti, anche nel mondo dei videogiochi.

"Stiamo assistendo a un momento della storia dell'industria dei videogiochi in cui il mercato è in forte espansione, diventando più orizzontale di quanto non fosse prima", ha dichiarato il connazionale.

"Ovviamente le barriere tecnologiche d'ingresso sono ancora grandi e non è facile per i non videogiocatori fare il salto e comprare una console o installare Steam su di un PC, configurando i giochi per farli funzionare, ma ci arriveremo e dovremo essere pronti".

"E quando i videogiochi saranno accessibili con la facilità con cui si preme il tasto di Netflix sul telecomando del televisore, allora i contenuti diventeranno la parte distintiva dell'equazione".

"I videogiochi saranno presenti ovunque come oggi lo sono i film e la musica. È solo una questione di tempo e vogliamo essere pronti".

Cosa ne pensate delle sue dichiarazioni? Fatecelo sapere con un commento.