Questa è la prima parte del nostro speciale sull'E3 2018 di Xbox. Ne seguiranno altri due, su tematiche diverse, nei prossimi giorni.

Sicuramente, tra le varie conferenze che ogni anno infiammano la settimana di giugno targata E3, quella Microsoft è una delle più attese. Quella di quest’anno è senza dubbio quella più importante della generazione Xbox One.

All’alba dei cinque anni dall’uscita della current gen tanti sono stati gli eventi che hanno caratterizzato il cammino di Microsoft. Un lancio infelice, i dietrofront, le ripartenze, le idee geniali, le occasioni sprecate, le cancellazioni, là retrocompatibilità e Xbox One X. Tutto ciò è stato, per i fan del colosso di Redmond, un odi et amo.

Io, nel complesso, sono soddisfatto di quella che è stata la gestione degli ultimi anni e dall’attitudine pionieristica in termini di servizi digitali, fatta di feature e abbonamenti davvero interessanti.

Quanto fatto finora, però, è sostanzialmente un punto di partenza per chiudere in bellezza questa generazione in crescendo e solcare il sentiero per la prossima. Questo E3, infatti, dovrà dare una nuova e solida immagine al marchio Xbox e dovrà rappresentare l’inizio della seconda fase del piano di Spencer e soci.

phil spencer

Dopo la costruzione di una piattaforma e di infrastrutture solide e dal grande potenziale, sarà giunto il momento di passare allo step successivo e dare all’utenza anche i fantomatici giochi, le esclusive e le nuove IP?

Tra l’imminente State of Decay 2 (che si prospetta essere una bomba) e il bello e maledetto Sea of Thieves, il comparto multiplayer di Xbox è davvero solidissimo. Ciò che però, giustamente, è stato chiesto dall’utenza è un occhio di riguardo verso le grandi produzioni AAA single player.

Phil Spencer si è espresso in tal proposito, chiedendo del tempo per raggiungere lo stesso ed ottimo livello dei servizi per quanto concerne il parco titoli single player. Personalmente sono sicuro che ci sia già qualcosa che bolle in pentola da tempo e lo Zio Phil è pronto a servirci qualche piatto davvero succulento.

Ad ogni modo, cercherò di analizzare, punto per punto, quello che “realisticamente” penso di aspettarmi dall’E3 di Microsoft, presentato in pompa magna più e più volte dal colosso di Redmond come il più grande di sempre per Xbox. Sarà il Microsoft Theatre il palcoscenico della rinascita definitva del brand?

All’interno delle varie sezioni cercherò di offrire un’analisi attenta e una giustificazione dei miei pronostici senza disdegnare un focus sui vari rumor che ci sono in giro. Ovviamente non possono annunciare ogni cosa da me detta. Sarebbe oltre le più rosse aspettative. Semplicemente ho cercato di scremare rumor, ipotesi mie e della rete e dichiarazioni ufficiali e cercare di elencare alcune delle cose più plausibili.

gears of war 4

Le esclusive

Gears of War

The Coalition ha fatto, tutto sommato, un ottimo lavoro come primo, vero titolo di questa gen per uno dei franchise più rappresentativi della piattaforma Xbox. Considerando l’enhancement notevole del secondo capitolo per Xbox One X, mi sento di bocciare gli insistenti rumor riguardanti una rimasterizzazione di lusso per quest’ultimo. Gears of War 2: Ultimate Edition non si farà (almeno per ora) ma ci sarà Gears of War 5, con approfondimento alla Gamescom e uscita per il 2019.

Halo

I riflettori dei fan e di Microsoft saranno puntati, sicuramente, sull’icona più celebre di Xbox. Considerando il ritrovato slancio e supporto per la Master Chief Collection, mi aspetto che Halo diventi nuovamente uno dei capisaldi del parco titoli di Xbox con la sua prossima release.

343 Industries potrebbe finalmente riuscire a realizzare il connubio tra una trama interessante come quella offerta da Halo 4 e un comparto multigiocatore di lusso come quello di Halo 5: Guardians, e offrire agli utenti Xbox il gioco che meritano. Sebbene il mio sogno bagnato sia un’uscita nel Q4 2019, realisticamente parlando, credo che Halo 6 uscirà nel 2020. Escluderei assolutamente il fantomatico reboot Genesis.

crackdown 3

Forza Horizon 4

Gli ultimi due capitoli del celebre gioco di guida targato Microsoft, sono stati davvero eccellenti. Forza Horizon 3 e Forza Motorsport 7 hanno offerto delle esperienze curatissime ed appaganti agli appassionati di guida. Considerando la dichiarazione di Fernanda Delgado, esponente di spicco della divisione spagnola Xbox, Forza Horizon 4 ci verrà sicuramente mostrato durante questo E3. Fall 2018 è la mia previsione.

Crackdown 3

Crackdown è stata una delle esclusive più interessanti di Xbox 360. Fresco, frizzante e divertente, il primo capitolo ha aperto la strada ad un franchise dal grande potenziale. Questo terzo capitolo, nelle mani di Sumo Digital, ha avuto una gestazione difficile fatta di rinvii, distruzione ambientale “fantasma” e cloud computing. Il titolo uscirà quest’anno, è prontissimo, e si sono presi del tempo per affinare un po’ il lato contenutistico e, soprattutto, il lato tecnico che ha fatto durante discutere durante la presentazione e le test build dello scorso anno. Il gioco uscirà in estate, probabilmente ad agosto, e sarà preceduto da una beta multiplayer.

Ori and the Will of the Wisps

Ori and the Blind Forest è senza dubbio uno dei titoli che più mi ha colpito negli ultimi anni. Ho gettato lacrimoni virili e possenti imprecazioni (per alcune sezioni impegnative) e lo rifarei “over and over again”. Rivedo il trailer del sequel (quello mostrato durante lo scorso E3) periodicamente per cercare di placare l’hype. Sono certo del gameplay a questo E3 e relativa uscita nel corso di quest’anno.

state of decay 2

Ashen & Below

Questi due titoli sono stati alcuni dei “grandi” assenti degli ultimi anni. Rispettivamente annunciati all’E3 del 2015 e del 2013, sono entrambi in ottima salute (stando ai video del PAX East da poco conclusosi) ed usciranno, presumibilmente nell’intervallo Q3-Q4 di questo 2018.

The Last Night & The Artful Escape

Questi due titoli, invece, sono le grandi sorprese dello scorso E3. Hanno entrambi stile da vendere e, ognuno a suo modo, è stato capace di rapirmi grazie ad un comparto audiovisivo sontuoso quanto “indie”. Il primo, titolo dalle affascinanti atmosfere cyberpunk, probabilmente uscirà quest’anno mentre per il secondo, psichedelico indie in esclusiva Xbox, ipotizzo Q1-Q2 del 2019.

PUBG, Sea Of Thieves, Minecraft e State of Decay 2

Il poker d’assi del multy di Microsoft avrà sicuramente un suo piccolo spazio dedicato.

PUBG avrà il suo consueto momento trash, Rare esporrà la roadmap Q3-Q4 di SoT, Minecraft ci delizierà con un fantastico momento cringe e un update inatteso e Undead Labs potrebbe mostrare una bozzetta di roadmap di updates (anche se il gioco credo sia già più che completo al lancio).

xbox one x

L’ipotetica lineup:

  • Gears of War 5 – 2019
  • Halo 6 – 2020
  • Forza Horizon 4 – Q4 2018
  • Crackdown 3 – Q3 2018
  • Ori and the Will of the Wisps – Q4 2018
  • Ashen – Q4 2018
  • Below – Q4 2018
  • The Last Night – Q1 2019
  • The Artful Escape – Q1 2019
[wp_ad_camp_1]