Una notizia che farà sicuramente piacere a molti giocatori: Gabe Newell ha annunciato che lui e la sua compagnia, Valve, torneranno a sfornare videogiochi.

L'annuncio è avvenuto tramite un'intervista con la stampa (riportato poi da Gamepur), dove lo sviluppatore ha comunicato che Artifact, il loro nuovo gioco di carte a tema DOTA, sarà solamente "il primo dei diversi giochi in arrivo che abbiamo, quindi direi che è una buona notizia. Urrà! Valve ricomincerà a far uscire videogiochi".

Newell non ha voluto svelare particolari dettagli, ma ha affermato che "la cosa importante è che la nuova era che abbiamo nella nostra faretra è rappresentato dalla possibilità di sviluppare simultaneamente hardware e software".

Il modello di riferimento per questa nuova era di Valve è, senza dubbio, Nintendo: "abbiamo sempre provato un po' di gelosia per compagnie come Nintendo. Quando Miyamoto si siede a pensare al prossimo Zelda o al prossimo Mario, sta valutando anche che aspetto avrà il controller, quale sarà il look grafico e anche altre specifiche".

"Può anche introdurne di nuove come i sensori di movimento, perché è lui che è in controllo di entrambe le cose [hardware e software]", ha continuato Newell.

"Può far fare un'ottima figura all'hardware, perché sta progettando software contemporaneamente che se ne avvantaggiano. Si tratta di una cosa che ci ha sempre fatto invidia e di cui vedrete avvalerci anche noi".

Cosa ne pensate di questo ritorno in grande stile di Valve? Fatecelo sapere con un commento.