Come vi abbiamo riportato a più riprese, nella giornata di ieri il presidente Donald Trump ha tenuto un meeting con alcune delle personalità dell'industria videoludica per parlare della violenza nei videogiochi.

Trump ha iniziato l'incontro mostrando un video montaggio con alcune delle scene più cruente presenti in diversi videogiochi. Quelli presenti nel video in questione, che vi proponiamo a fine notizia, sono Call of Duty: Black Ops, Call of Duty: Modern Warfare 2, Dead by Daylight, Wolfenstein: The New Order, Fallout 4, Sniper Elite 4 e The Evil Within.

Ancora non si è arrivato ad un accordo, a quanto pare, ma stando a quanto riportato dal Washington Post il presidente si è dimostrato aperto nei confronti negli invitati ed interessato ad ascoltare le loro ragioni.

La sua intenzione è quella di implementare "una regolamentazione più dura" per trattare i videogiochi alla strenua di tabacco e liquori. È poi intervenuto il Senatore Marco Rubio invece ha dichiarato che non c’è nessuna prova che la recente sparatoria a Parkland sia stata causata in qualche modo dal giocare ai videogiochi.

Ha aggiunto che "vuole assicurarsi che i genitori siano a conoscenza delle risorse disponibili per poter monitorare e controllare l'intrattenimento a cui sono esposti i loro figli".

Per quanto riguarda la controparte, solamente l'ESA ha rilasciato un comunicato ufficiale, dove afferma che hanno "apprezzato l’opportunità di incontrare oggi il Presidente e altri membri della Casa Bianca".

"Abbiamo discusso di numerosi studi scientifici che provano che non c’è nessuna correlazione tra videogiochi e violenza, del Primo Emendamento tutela i videogiochi e di come il sistema di rating dell’industria aiuta i genitori a prendere decisioni con tutte le informazioni necessarie".

"Apprezziamo che il Presidente si sia approcciato alla discussione in modo ricettivo e comprensivo". Take-Two e Bethesda non hanno invece voluto fornire un commento ufficiale alla stampa specializzata.

Rimaniamo in attesa di ulteriori dettagli riguardo l'incontro che è avvenuto nella giornata di ieri. Nel frattempo cosa ne pensate di queste dichiarazioni? Fatecelo sapere con un commento.

[wp_ad_camp_1]