Potrebbe sembrare folle, vista la mole di sconti e offerte, azzardarsi a stilare un elenco di consigli sui Saldi Autunnali di Steam, che arrivano proprio nei giorni del Black Friday (altro che coincidenza, insomma).

Ma qui su VideoGamer Italia difficilmente facciamo qualcosa che non sia folle, ed è per questo che mi cimento nel darvi queste dieci dritte nel caso vi fossero sfuggite dal lancio di ieri.

steam

Batman Arkham Knight - 6,79 euro

Al lancio ha avuto più problemi Batman Arkham Knight che Silvio Berlusconi nel tentativo di candidarsi ancora una volta nonostante la sua palese ineleggibilità.

All'epoca io riuscii a completarlo proprio su PC, la versione che fu addirittura ritirata dal mercato temporaneamente, e adesso che è sistemato non posso proprio immaginare una sola ragione per cui dovreste perdervelo sotto i dieci euro.

Firewatch - 7,99 euro

L'espressione massima dei walking simulator, Firewatch - di Campo Santo, uno studio nato dall'esperienza di quelli che hanno lavorato alla prima stagione di The Walking Dead di Telltale e non solo - è uno di quei titoli da non perdere per gli appassionati della narrazione nei videogiochi.

Lo sconto del 60% non fa gridare al miracolo e probabilmente l'abbiamo già visto a questo prezzo in altre occasioni, ma stiamo comunque parlando di un gioco che si è aggiornato con tanto di free roaming di recente, e costa pure meno di 8 euro.

Mad Max - 6,79 euro

L'hanno dato in qualche Humble Monthly e quindi probabilmente molti di voi già ce l'hanno per PC (me compreso, che in origine l'ho giocato su PS4), ma vedere un gioco di queste proporzioni a 6,79 euro fa sempre un certo effetto.

Mad Max ha un problema principe nella ripetitività e nel fatto che la sua storia viene dilatata probabilmente per troppo tempo, ma se avete un po' di ore a disposizione e cercate una controparte se non altro visiva al film Fury Road... sapete cosa fare.

Sleeping Dogs Definitive Edition - 4,49 euro

Un gioco open world che non sia ambientato in una città moderna occidentale (diciamocelo, americana) merita attenzione a prescindere. Specialmente se poi è ambientato in una Hong Kong come mai vista prima d'ora in un videogioco.

Sleeping Dogs è un titolo accattivante che purtroppo non avrà un seguito, ma almeno potete godervelo nella sua massima espressione, adesso, a meno di cinque euro.

Enslaved: Odyssey to the West - 4,99 euro

Prima di lanciarsi nel delicato campo delle avventure in terza persona dal tratto psicologico, Ninja Theory ebbe l'ambizione di creare un titolo post apocalittico dalle sfumature open world, noto col nome di Enslaved: Odyssey to the West.

Al tempo, fu il primo exploit multipiattaforma di uno studio che aprì la sua carriera con l'esclusiva PS4 Heavenly Sword. Le cose non andarono troppo bene, al punto da convincere la software house inglese a puntare sul modello delle tripla-A indipendenti, che ancora oggi non abbiamo capito granché cosa significhi.

La sintesi, comunque, è: per le dimensioni e la qualità della narrazione, Enslaved val bene la pena giocarlo a cinque euro.

Spelunky - 1,99 euro

Viene quasi da sorridere, vedendo un gioco del successo di Spelunky costare appena due euro. Uno sconto del 90% abbastanza inatteso per proporzioni, e anche per il seguito che ha questo titolo.

In ogni caso, se siete alla ricerca di un roguelike fatto bene e dal piglio leggero, questo è il prodotto che fa al caso vostro: armatevi solo del tempo necessario per sopravvivere a questa nuova dipendenza...

Fahrenheit Indigo Prophecy Remastered - 1,79 euro

Se state aspettando divorati dall'hype l'arrivo di Detroit: Become Human, questa è l'occasione giusta per smaltirlo e al contempo chiedervi come mai Quantic Dream produca mondi e storie affascinanti per poi sputtanarli completamente nelle seconde metà dei suoi giochi.

Fahrenheit Indigo Prophecy è un noir delizioso, una sorta di manifesto di quello che avrebbe poi dato le fondamenta a Heavy Rain, nonostante un finale un po' così. È una di quelle "remastered" più di nome che di fatto, ma a 1,79 euro si prende e basta.

L.A. Noire - 10,49 euro

Non è uno di quegli sconti che fanno gridare al miracolo - per PC lo presi tre-quattro anni fa a 12 euro, quindi... - ma se non altro abbiamo per le mani un gioco che è tornato di moda a ben altri prezzi.

L.A. Noire è tornato in auge infatti grazie alle re-release per PS4 e Xbox One, dove persino su Pro e X non arriva alle vette della versione PC in termini grafici, e alla versione gimmicky per Switch.

Se tutto questo vi ha incuriosito, sappiate che potete avere il titolo di Team Bondi a un terzo del prezzo delle nuove uscite.

Dishonored - 2,49 euro

Favorito da un prezzo di partenza molto basso, Dishonored costa su Steam soltanto 2,49 euro grazie ai Saldi Autunnali ora in corso.

È uno di quei giochi e una di quelle serie che hanno fatto breccia nel mio cuore con un certo ritardo, ma ad oggi è davvero difficile non consigliare un prodotto del genere a tutti quelli che ne hanno abbastanza dei giochi in soggettiva in cui si spara e basta.

E soprattutto desiderano mondi ricchi di sfumature e segni che l'utente può lasciarvi in qualunque momento.

rocket league

Rocket League - 9,99 euro

A me non piace oggi e non piacerà domani, certo è comunque che Rocket League è stato per lunghissimo tempo - diciamo fino al lancio di PUBG - il fenomeno videoludico del momento su qualunque piattaforma arrivasse.

Continua ad avere una userbase enorme e se vi è mai passato per la testa di provarlo, forse complice il lancio su Switch, averlo a 9,99 euro potrebbe costituire l'assist giusto per voi.

Bayonetta - 9,99 euro

Bayonetta è di per sé un grande action hack 'n' slash, ma poterlo giocare in tutta la gloria del 4K a 60 fotogrammi al secondo, beh, è un'occasione più unica che rara.

Anzi diciamo pure unica, visto che su Xbox 360 e PS3 (e neppure su Wii U di certo *risate registrate*) questa qualità è sicuramente inarrivata.

Se volete qualcosa di accattivante e con un livello di sfida importante, beh, la vostra ricerca è finita qui...

Bonus track: Age of Empires II HD

Non vi dico neanche il prezzo. Age of Empires II si prende per tradizione.

[wp_ad_camp_1]