Andrew Wilson, CEO di Electronic Arts, ha difeso durante l'ultimo meeting con gli azionisti la scelta di chiudere Visceral Games nel mese di ottobre. Tuttavia, non si sarebbe trattato di una mossa dovuta ad una presa di posizione nella querelle single-player vs multiplayer.

Descrivendo la decisione come difficile ma parte del processo creativo di un publisher, Wilson ha spiegato che la questione riguardava portare il titolo di Star Wars "ad un punto in cui l'esperienza complessiva di gameplay fosse giusta per i giocatori" di oggi.

C'è la volontà di "utilizzare meglio" gli asset prodotti da Visceral Games perché "siano in linea con le aspettative dei giocatori e dei fan in futuro". In ultima analisi, EA continua a "credere fortemente" nella IP di Star Wars e resta "molto contenta" del lavoro svolto fino alla chiusura dal team di sviluppo.

Fonte

[wp_ad_camp_1]