Lo youtuber PewDiePie è stato spesso nell'occhio del ciclone a causa del suo umorismo tagliente, ricevendo spesso accuse di razzismo per i suoi video ricchi di battute non sempre felici.

Come riporta Polygon, in queste ore sta facendo scalpore l'ennesimo episodio di questo tipo, che però ha scatenato la reazione di Sean Vanaman, fondatore del team indipendente Campo Santo che ha realizzato il tanto apprezzato Firewatch.

Vanaman ha dichiarato di voler sospendere i contenuti relativi a Firewatch apparsi sul canale di PewDiePie, in seguito a un'imprecazione razzista dello youtuber durante una live di Playerunknown's Battlegrounds.

Lo sfogo del creatore di Firewatch è scoppiato su Twitter, dove in seguito è nata una discussione che ha visto Vanaman spiegare le sue ragioni agli utenti.

Per lo sviluppatore, mantenere dei contenuti del proprio gioco sul canale di PewDiePie sarebbe come esserne complici, favorendo e dando supporto alle azioni di uno youtuber che secondo Vanaman "è un propagatore di pessima spazzatura che fa davvero male alla cultura che circonda l'industria del videogame".

Felix Kjellberg era già finito nei guai per alcune battute antisemite in un suo video, che hanno portato alla cancellazione del suo show e conseguentemente della partnership con Disney.

Ci aspetta un'altro uragano mediatico nei confronti di PewDiePie?

[wp_ad_camp_1]