Ubisoft è conscia del fatto che su Rainbow Six Siege siano presenti giocatori che non rispettano le regole, i quali uccidono i propri compagni oppure lasciando le partire durante un match.

Parlando con i colleghi di PC Games, il brand director Alexandre Remy ha dichiarato che il team di sviluppo sta "avendo problemi con il team killing e con le persone che abbandonano prima della fine del match".

Ubisoft è costantemente alla ricerca di una soluzione a questi due gravi problemi, purtroppo però non arriverà in tempi brevi.

"Ci sono così tante soluzioni, ma cambierebbero drasticamente il gameplay", ha spiegato Remy.

"Potremmo fare un fix veloce che è potenzialmente una soluzione sbagliata ad una buona domanda, oppure possiamo prenderci più tempo e decidere per una soluzione più appropriata".

"Sarà un lungo processo, perché di solito una soluzione più appropriata è anche la più complessa", ha concluso il brand director.

Rimaniamo dunque in attesa di ulteriori sviluppi.

Tom Clancy's Rainbow Six Siege è attualmente disponibile su PlayStation 4, Xbox One e PC.

[wp_ad_camp_1]