Dopo i dettagli rilasciati ieri da Insomniac Games per il loro prossimo titolo Spider-Man, la software house californiana continua diffondere numerose informazioni sull'esclusiva per PlayStation 4 in arrivo nel 2018.

Sul suo profilo Twitter il team di sviluppo ha risposto a diverse domande poste dai fan, e ha confermato in primo luogo che Spider-Man non potrà godere su PlayStation 4 Pro di un 4K nativo ma userà lo stesso sistema di "Temporal Injection" presente in Ratchet & Clank per raggiungere quella definizione a 30 fps.

A quel punto, un utente a chiesto se i 30 fps saranno uno standard o se la software house ha in mente d'inserire un'opzione in Spider-Man per abbassare la risoluzione e di conseguenza aumentare i frame al secondo, con l'obiettivo di far girare il gioco in 1080p a 60 fps. Insomniac ha dovuto rispondere negativamente, dimostrando come i 60 frame al secondo siano un traguardo difficile al momento per i grandi open world.

Insomniac ha continuato a rispondere alle domande poste dai fan, affermando che il gioco permetterà una visuale in prima persona ma solo durante alcune fasi di gameplay specifiche. Questa feature, purtroppo, non potrà essere attivata in ogni momento a discrezione del giocatore.

Infine, Insomniac ha assicurato che nel trailer gameplay mostrato durante la conferenza Sony all'E3 2017 abbiamo visto soltanto un assaggio del combat system che sarà presente in Spider-Man, accendendo la curiosità dei fan su Twitter.

Spider-Man è previsto per il 2018 in esclusiva su PlayStation 4.

[wp_ad_camp_1]