Salvatore Pilò, redattore - Titolo preferito: Super Mario Odyssey

Videogamer Italia Plays

Quando mi è stato detto che questa settimana si sarebbe dovuto parlare di un titolo presentato all'E3 non ho dovuto pensare troppo per sapere che sarei finito a parlare, di nuovo, di Super Mario Odyssey.

Cosa dire, ancora, di questo titolo che ancora non ho già detto? Proprio nel momento in cui sto scrivendo queste righe Nintendo ha mostrato la modalità cooperativa sul gioco in cui uno dei due giocatori comanda Crappy, il cappello, e l'altro Mario.

Si è visto molto poco in merito alle possibili interazioni ma l'unica cosa che ho intravisto è, nuovamente, originalità e tanta voglia di sperimentare. Mi sarei aspettato un personaggio differente, un Luigi, un Toad o simili e invece si impersona il cappello che per tutto il tempo vortica sulla testa del primo giocatore.

Ancora una volta le possibilità sono infinite ed è proprio questo l'aspetto che più mi ha fatto innamorare di questo titolo. Ovunque, in ogni dettaglio, si respira novità e voglia di fare. Super Mario Odyssey non è ancora uscito ma sta mettendo a dura prova il mio amore per Breath of the Wild.

Jonathan Campione, redattore - Titolo preferito: Crackdown 3 

Videogamer Italia Plays

Terry Crews è uno dei personaggi più emblematici dell’internet grazie alla leggendaria serie di spot pubblicitari Terry Crews: Old Spice. Recentemente l’attore ed ex giocatore di NFL ha deciso di lanciarsi nel mondo del gaming quando, lo scorso anno, ha intrapreso la via del PC Gaming.

È stato molto simpatico vederlo entrare in un mondo che gli era estraneo e, cosa più piacevole, è anche un’attività che coltiva con il figlio. Ad ogni modo successivamente ha fatto impazzire i giocatori di Overwatch candidandosi per il doppiaggio di Doomfist.

In un livestream di Facebook di qualche mese fa, ha poi confermato di avere in serbo una grande sorpresa per l’E3. La sorpresa è stata sconvolgente perché Terry Crews è stato il protagonista del video dell’E3 di Crackdown 3, l’imminente nuovo capitolo del franchise targato Microsoft.

Il personaggio è stato capace di gasarmi con la sua “ignoranza” e grinta genuina e per colpa sua devo sentirmi almeno una volta al giorno la canzone del trailer e non vedo l’ora di mettere le mani sul titolo sulla mia prossima Xbox One X. Sì Terry, i’m ready to drop buildings down! PS: Terry è un personaggio giocabile in Crackdown 3! Hype.

Marzia Armonia Rispoli, redattore - Titolo preferito: Metro Exodus

Videogamer Italia Plays

Era il lontano 2010 quando Metro 2033 ha fatto capolino nel panorama videoludico. Tratto dall'omonimo romanzo dello scrittore russo Dmitry Glukhovsky si è subito conquistato la sua fetta di pubblico. Ho sempre letto molto ed è stata la prima volta in cui ho conosciuto prima una trasposizione della sua opera originale: le ho amate entrambe.

Non vi dovrebbe stupire, quindi, se vi dico che il titolo di cui si è parlato durante l'E3 2017 che più di tutti mi ha fatto saltare sulla sedia è stato uno dei suoi sequel, Metro Exodus (seguito di Metro: Last night).

Si torna, quindi, a vivere una realtà post apocalittica infestata da mutanti, con alcune sostanziali differenze: le ambientazioni di riferimento non saranno più quelle claustrofobiche della metro di Mosca e l'aria potrebbe essere diventata respirabile (nelle scene del trailer che si svolgono all'esterno si vede il protagonista togliersi la maschera).

L'unica nota dolente è che l'ultima volta che mi sono esaltata così per un trailer si trattava di quello di The Division e, purtroppo, in quel caso sono rimasta parecchio delusa (per lo meno al day one). Rimarrò scottata un'altra volta?

Valentino Cinefra, redattore - Titolo preferito: Marvel's Spider-Man

Videogamer Italia Plays

Nonostante un’edizione un po’ fiacca dell’E3, non possiamo dire che non ci siano stati giochi su cui sperare di mettere le mani al più presto.

Uno di questi è lo Spiderman di Insomniac per PlayStation 4, un titolo che inizialmente non mi aveva detto granché, ma che dopo il nuovo trailer durante la conferenza Sony mi ha convinto un po’ di più.

Nonostante una ispirazione più o meno palese verso i Batman di Rocksteady, in particolare per il combattimento e le dinamiche esplorative, Insomniac sembra aver fatto un gran lavoro per dare tanta personalità al suo nuovo eroe, dalle mosse alle animazioni.

Mi spaventa un po’ l’eccessivo uso dei quick time events, nella speranza che la sequenza mostrata all’E3 non sia la norma del gioco.

Virginia Paravani, redattore - Titolo preferito: Anthem

Videogamer Italia Plays

Come ogni anno, l'E3 è il palcoscenico perfetto per lanciare nuovi titoli ma stavolta uno solo mi ha colpito, eclissando gli altri.

Annunciato sotto le luci di Electronic Arts e approfondito in casa Microsoft, Anthem si è presentato attirando l'attenzione.

Sicuramente prematuro fare dei raffronti, come si collocherà sul mercato e se davvero sarà un avversario di Destiny 2.

BioWare ha tirato fuori gli artigli dopo il tanto polverone di Mass Effect Andromeda e ha tra le mani uno dei titoli più interessanti che hanno calcato la scena negli ultimi anni.

Fabio Piras, redattore - Titolo preferito: Wolfestein 2

Videogamer Italia Plays

Alla fine, Bethesda, mi hai solo mezzo deluso. Io ci speravo in un nuovo Elder Scrolls e invece niente. Speravo in un Bloodborne 2 o qualcos'altro da From Software e niente. Ho avuto Anthem è vero, ma è più che altro il testamento di ciò che Mass Effect Andromeda poteva essere e invece non è.

Pochi titoli di questo E3 mi hanno fatto salire sull'hype train, molto meno di quanto mi aspettassi da questa conferenza. Wolfenstein 2 è uno di questi: parte integrante della mia infanzia (forse uno dei primi giochi PC su cui misi le mani, molto probabilmente anche il mio primo FPS) e che, negli anni, è tornato a farsi sentire. Ammetto che il suo predecessore è nel mio backlog da molto tempo, in attesa di essere finalmente giocato come merita e, forse, questo annuncio è proprio ciò che mi serviva.

Io e l'agente Blazkowicz non ci vediamo da molto tempo, ma immagino che sarò come rincontrare un vecchio amico, uno di quelli con cui uccidi dei nazisti sia chiaro. Il trailer mi è piaciuto molto (nazista sfregiata soprattutto) e sono curioso dalla quantità di storytelling presentata da Bethesda con personaggi molto interessanti e ben caratterizzati: è incredibile quanta strada si sia fatta da quando bastavano due righe e una faccia pixellosa per rendere grande questa saga.

Sangue, frattaglie, metallo e nazisti mi aspettano a ottobre e mi farò trovare pronto!

[wp_ad_camp_1]