Ormai il confine tra videogiochi ed altri media si sta sempre di più assottigliando. Negli ultimi anni si è visto sempre più tematiche "scottanti" all'interno di molti giochi usciti, o in uscita.

Uno di questi è Far Cry 5, preso come spunto dalla trasmissione The National su NBC, per parlare dell'ingresso della politica all'interno dei videogiochi. In particolare riguardo le tematiche sul fondamentalismo cristiano proposte dal titolo Ubisoft.

Nel servizio, che si può trovare qui di seguito, vengono intervistate numerose personalità incontrate all'E3 tra cui un sorprendete Reggie Fils-Aime che ha saputo rispondere in maniera molto particolare sulla questione.

"I comunicati politici li faranno gli altri, noi vogliamo solo far divertire e far sorridere le persone, quando giocano", ha dichiarato il presidente di Nintendo of America.

[wp_ad_camp_1]