In molti si sono piuttosto lamentati dell'assenza di grandi nomi durante la conferenza di Microsoft, in particolare dell'assenza della parola "esclusiva" intesa come titolo prime-parti pubblicato solo sulla console di Microsoft.

Phil Spencer ha recentemente commentato queste "lamentele", affermando che per ora sono del tutto ingiustificate.

"Stiamo investendo in nuovi prodotti, abbiamo firmato per prodotti che dal punto di vista del marketing sarebbe semplice mettere su uno schermo come trailer, ma poi so perfettamente che non vedremmo quel gioco per i successivi due o tre anni, ed è una cosa che non voglio", ha dichiarato Spencer.

Si tratta di un pensiero molto simile a quello di Shuhei Yoshida di Sony, il quale ha espresso delle perplessità simili rispetto a come è stato gestito il mercato degli annunci negli ultimi anni, che ha prodotto ritardi, malumori o in alcuni casi cancellazioni. Vedasi Scalebound.

"Oggi voglio parlare di titoli che potrete sicuramente acquistare e giocare, e continuerà a lavorare per produrre sempre più giochi", ha infine concluso il capo di Xbox. Cosa ne pensate d questo pensiero?

Phil Spencer

[wp_ad_camp_1]