Super Mario Odyssey è quella che possiamo definire tranquillamente una killer application per Switch, un po' perché siamo di fronte ad uno dei migliori titoli di Mario in 3D e un po' perché il lavoro svolto da Nintendo è tale da aver creato un titolo dal game design memorabile.

Se dovessimo prendere il gioco e togliere Mario come pupazzetto protagonista, otterremo comunque un titolo incisivo allo stesso modo, e questo è l'unico difetto che può essere riscontrato nella produzione.

Nintendo si sa, spreme i suoi brand all'inverosimile riuscendo sempre e comunque a risultare originale con le sue magie di design ma, con Mario Odyssey , questa magia ha raggiunto vette mai toccate prima d'ora.

Per capire quanto avanti ci si è spinti stavolta con la fantasia basta dare uno sguardo al nuovo trailer presentato durante lo spotlight dell'E3 2017.

Analizziamo, nel dettaglio, tutto quello che ci è stato mostrato per capire meglio quello che ci attende. C'è molta carne al fuoco e noi proveremo a dare qualche interpretazione di tutto quello che abbiamo visto.

Partiamo dall'elemento, forse, più banale di tutti: la trama di gioco, per la quale conosciamo solo qualche riga grazie al comunicato stampa ufficiale.

Il nostro fido compagno Crappy
Il nostro fido compagno Crappy

Da queste righe sappiamo che Mario è alla ricerca, nuovamente, della principessa Peach rapita dal cattivone Bowser e che per farlo necessita di viaggiare con una particolare navicella a forma di cappello, la Odyssey , che si alimenta con delle lune che possiamo trovare all'interno dei vari livelli.

A questo noi aggiungiamo qualcosa che abbiamo potuto carpire dal gameplay mostrato durante la presentazione ufficiale.

Oltre a Crappy, il nuovo compagno di Mario dalla forma di un cilindro spettrale che si nasconde nel nostro cappello, quello che osserviamo è un nuovo gruppo di cattivoni al servizio di Bowser.

Un quartetto di conigli dall'aspetto piuttosto strambo che si oppongono a Mario che vuole impedire il matrimonio del loro padrone con la principessa Peach.

Questo piccolo particolare ci fa capire che Bowser ha intenzione, questa volta, di sposare la principessa del Regno dei Funghi e nel farlo ha organizzato un particolare tour in giro per il pianeta.

Uno degli eventi organizzati da Bowser?
Uno degli eventi organizzati da Bowser?

Questo tour sembrerebbe essere una specie di “viaggio di nozze” prematuro in cui Bowser, e questa è una delle nostre teorie, vuole assoggettare gli abitanti con il “potere dei cappelli” (su questo ci torneremo a brevissimo).

Possiamo notare in ogni città, infatti, un poster celebrativo di questo tour mondiale nel quale il faccio di Bowser si mostra in primo piano con tanto di cilindro bianco da showman che sembra invitare chiunque ad una sorta di evento mondano a tema.

In effetti nel nuovo trailer vediamo, all'interno di New Donk City, un concerto particolarmente ricco di partecipanti che ipotizziamo essere uno dei tanti eventi creati da Bowser per la sua giovane sposa.

Andiamo avanti e esploriamo un attimo quello che poso fa abbiamo definito “potere dei cappelli”.

Tempo addietro, alla pubblicazione del primo trailer, avevamo ipotizzato la possibilità che non solo Mario avesse con sé un cappello speciale ma che anche il cappello di Bowser, decisamente troppo caratterizzato, nascondesse qualcosa di molto speciale.

In un certo senso questo trailer, e il gameplay che ne è derivato, ci offre una conferma di quanto ipotizzato qualche mese fa: il cappello di Mario è posseduto da uno spirito che ha le sembianza di un cilindro bianco del tutto simile a quello che indossa il re dei Koopa.

E se fossimo di fronte ad un dinamico duo alla Aku-aku/Uka-Uka? Insomma, due spiriti “cappellici”, l'uno che decide di prendere il controllo del mondo “umano” e l'altro che invece vuole impedire il suo piano.

Ecco che il primo, quindi, trova in Bowser e nella sua sete di conquista un potente alleato che è ben lieto di servirsi di un potere tanto grande (ora ci arriviamo), mentre l'altro si serve dell'eroe più famoso e importante del Regno dei Funghi, il nostro idraulico baffuto.

Il potere di cui tanto abbiamo parlato è quello di prendere il controllo delle cose e degli esseri viventi trasferendo la propria persona all'interno della loro “mente” grazie all'utilizzo dello spirito-cappello.

"Guarda mamma! Come Mario!"
"Guarda mamma! Come Mario!"

Se questo potere è a disposizione di Mario, ed è parte integrante del gameplay, cosa impedisce a Bowser di utilizzarlo a sua volta?

In effetti sia i quattro conigli che Bowser stesso hanno dei cappelli molto particolari e, specie i primi, lottano utilizzando abilità peculiari dei loro copricapo.

In una boss-battle abbiamo assistito proprio all'utilizzo di questo particolare potere nella caratterizzazione delle abilità di uno dei conigli.

A livello di gameplay le novità introdotte riguardano, ovviamente, il cappello e le infinite interazioni con il mondo di gioco: poter prendere possesso dei nemici su schermo crea, in effetti, tantissime combinazioni.

Un esempio banale ci viene dato dal Pallottolo Bill con il quale poter raggiungere svariate aree della mappa altrimenti non raggiungibili che nascondono dei segreti al loro interno.

Non è da sottovalutare nessuna possibilità: in una frame del trailer osserviamo chiaramente Mario prendere possesso di un Goomba e creare l'iconica pila di funghetti assieme ad altri nemici sparsi nella mappa.

Le possibilità, come già detto, sembrano essere infinite e tutto dipende da quanto gli sviluppatori abbiano deciso di sbizzarrirsi con il design della mappa di gioco che, per quel che abbiamo potuto osservare, sembra essere ricca di dettagli e luoghi da visitare.

Il cappello è anche la nostra unica arma a disposizione, a parte il canonico salto, che può essere lanciato e utilizzato a mo' di boomerang.

Oltre ad essere utile per colpire i nemici è possibile utilizzarlo anche per affrontare alcune sezioni di esplorazione accedendo a blocchi o aree non visitabili altrimenti.

A tutto questo si aggiunge la possibilità di entrare in alcune pareti e affrontare delle sezioni in due dimensioni nelle quali il gameplay torna ad essere fedele all'originale.

Questo tipo di meccanica ci permette di avere una prospettiva differente in ogni mondo di gioco il che apre ad ulteriori strade di design per gli sviluppatori che, partendo da un'idea piuttosto banale, posso riuscire a creare un mondo decisamente tanto accattivante.

Abbiamo a che fare, inoltre, in ogni livello con due tipi di monete, quelle tipiche del Regno visitato e spendibili solo in questo, e quelle globali utilizzabili in qualsiasi Regno.

Possiamo comprare vestiti, tipici del luogo visitato, e utilizzarli per avere accesso a luoghi specifici (in effetti questa è l'unica interazione mostrata, anche se potrebbe essere possibile avere linee di dialogo differenti con gli abitanti del luogo) oppure oggetti.

Su questi spendiamo qualche riga perché, nonostante non ci siano stati mostrati, potrebbero nasconder qualche importante chicca di gameplay.

Quante possibilità di design...
Quante possibilità di design...

Abbiamo visto, nell'ultimo trailer, fra i vari acquisti, una statua di un leone. Parliamo di un oggetto che abbiamo già visto in azione, ma nel primo trailer di qualche mese fa.

Mario affrontava la zona delle rovine, mostrata nell'ultimo gameplay, a cavallo di quella statua particolare.

E se potessimo acquistare dei mezzi di trasporto che ci rendono più veloci in ogni mondo di gioco?

Ad avvalorare questa tesi abbiamo anche la Vespa utilizzata da Mario in qualche frame del nuovo trailer pubblicato il che non dovrebbe lasciare spazio a nessun dubbio: l'idraulico baffuto potrà utilizzare dei mezzi di trasporto durante l'esplorazione open-world i quali hanno abilità più o meno diverse: con la tatua lo avevamo visto saltare gradini, un'azione che difficilmente possiamo compiere con la Vespa, giusto?

Tecnicamente, infine, il titolo è decisamente superiore a qualsiasi altro capitolo di Mario visto fino ad ora e anche molto “fuori luogo”. Il feeling visivo non è quello di un gioco di Mario anche se l'insieme risulta decisamente godibile.

L'uscita è prevista per il 27 ottobre e fino ad allora Nintendo ha ancora molto da dire.

Probabilmente siamo di fronte non solo ad un titolo che vale l'acquisto della console stessa ma anche ad un titolo che riuscirà ad accontentare chiunque, fan dell'idraulico e non vista la grandissima varietà di contenuti offerta dal suo gameplay.

[wp_ad_camp_1]