C'è da dire che se pur molto atteso, la saga di God of War ha visto momenti peggiori, come per esempio dopo la pubblicazione di God of War: Ascension. Infatti, dopo questo titolo in molti non si sarebbero lamentati nel non vedere più rinnovata la serie.

Era chiaro, anche agli sviluppatori, che serviva qualcosa di nuovo, una sorta di rinascita del brand. Proprio per spiegare questa decisione, Shannon Studstill, capo di Santa Monica Studios ha dovuto prendere alcune decisioni importanti.

La donna è stata recentemente intervista e ha raccontato proprio di questo curioso momento della storia del franchise, in cui si voleva creare qualcosa di nuovo, ma serviva anche qualcuno che lo sapesse fare.

Il primo nome venuto in mente al capo di Santa Monia è stato quello di David Jeffe, creatore del franchise e director del primo e del secondo capitolo. Purtroppo, però, al tempo lo sviluppatore era troppo impegnato per occuparsi anche di questo progetto.

Arrivò, quindi, il turno di Cory Barlgo che prese da quel momento la direzione creativa del gioco, facendolo diventare quello che è ora. Sarà stato un bene od un male? Lo scopriremo solo nel 2018.

god of war

[wp_ad_camp_1]