La cancellazione di Scalebound è ormai storia passata, ma non manca di tornare ogni tanto nella cronaca giornaliera degli eventi nell'industria videoludica. Proprio recentemente Phil Spencer è tornato sull'argomento, offrendo un nuoov punto di vista sull'argomento.

Spencer ha spiegato che durante la produzione del gioco sono stati fatti numerosi errori da entrambe le parti. Per esempio, il gioco è stato annunciato troppo presto mettendo pressione sia al publisher, sia a Platinum Games.

Sempre questo evento ha comportato un certo timore, da parte di entrambe del compagni di non riuscire a soddisfare l'idea che i fan si erano fatti del gioco. Oltre questo, la data di uscita doveva essere messa a confronto con la grande vastità del titolo, oltre che della sua componente multiplayer, molto al di la delle capacità di Platinum Games.

Detto ciò, Phil Spencer ha dichiarato di aver imparato molto da questa collaborazione e ha confermato che spera di tornare a lavorare in futuro Hideki Kamiya. Ha anche commentato che spera di vedere nei prossimi anni un'apertura sempre maggiore del mercato videoludico giapponese.

xbox one

[wp_ad_camp_1]