EA Play non è stato esattamente un grande momento. L’esordio prematuro dell’E3 2017 in mano ad Electronic Arts è risultato in un evento fiacco, le cui tempistiche non sono state gestite a dovere per esaltare gli annunci, e con tanta gente poco entusiasta o convinta della situazione a presentare progetti più o meno validi. Tranne una.

Janina Gavankar, il cui nome è incredibilmente a tema Star Wars, è salita sul palco di EA Play in occasione del reveal del multiplayer di Star Wars Battlefront 2. L’attrice interpreta il ruolo di Iden Versio (no, meglio il nome vero), comandante della Inferno Squad nella campagna single player del nuovo shooter di DICE.

La Gavankar è salita sul palco accompagnata da un piccolo manipolo di assaltatori, indossando un abitino non castigato, ma neanche eccessivo, colorato e decorato con delle fantasie che ricordano le uniformi dei soldati imperiali.

Dopodiché le sono bastati due minuti per far capire a tutti noi (e forse anche a qualcun altro dietro le quinte), come dovrebbe essere presentato un prodotto, e ancor prima un’idea.

Janina Gavankar E3 2017
Janina Gavankar.

Come Aisha Tyler per Ubisoft, Janina Gavankar è una donna che mastica tecnologia e videogiochi, oltre a condividere con l’istrionica conduttrice del publisher francofono il fascino ed una marcata presenza scenica.

Oltre ad essere un’attrice con una predilezione per la televisione (ha recitato in Grey’s Anatomy, True Blood ed Arrow tra gli altri), Janina è stata la prima della sua categoria ad usare Twitter nel 2006. È stata anche la personificazione di Ms. Dewey, il motore di ricerca interattivo di Microsoft. Nel 2011 ha anche creato un template gratuito per consentire ad attori ed artisti di monitorare la loro presenza online.

Gestisce anche uno strano sito dall’ideologia non meglio definita chiamato Alt Found, il quale dovrebbe essere un hub di contenuti dedicato ai geek e ai nerd.

Quindi, oltre ad essere sexy, Janina è una nerd a tutti gli effetti, ed anche videogiocatrice. Oltre ad essere una che ammette candidamente di essersi portata la mamma dietro, perché questo per lei era un giorno importante.

Janina ha calcato il palco di EA Play con estrema padronanza ed indomito carisma. Nel contempo è riuscita anche a far passare ogni minimo concetto del gioco, anche il più banale, facendolo sembrare straordinario. Il che potrebbe essere normale amministrazione per un attore, ma è interessante inserire l’artista in questione nel contesto.

E3 2017
La Gavankar nei panni di Iden Versio.

Proprio in occasione di Star Wars Battlefront 2, Electronic Arts ha pensato bene di mandare una carrellata di personalità della rete ingrifate oltre ogni limite per il gioco, il cui entusiasmo può essere considerato genuino solo da una persona che non ha mai usato un social network in vita sua.

Oltre agli evitabilissimi youtuber, c’è stata anche la puntuale comparsata di Andrew Wilson, il quale ha speso degli interminabili minuti ad incensare la propria azienda (che è un po’ come l’autoerotismo davanti allo specchio) davanti a giocatori e stampa, persone il cui unico scopo è fiondarsi sulle postazioni di lì a poco.

Abbiamo quindi una professionista dell’intrattenimento – che per giunta è anche una giocatrice e genuina appassionata di tecnologia – insieme a dei creatori di contenuti ricompensati esponenzialmente rispetto all’entusiasmo, ed uomini d’affari. Non ci vuole molto a capire chi, tra queste tre entità, abbia dimostrato di saper parlare ai giocatori.

Non ci vuole neanche molto a capire che ci vogliono giocatori (ben venga se in grado di parlare in pubblico) e sviluppatori, come l’euforico Josef Fares che ha annunciato A Way Out, per parlare ad altri membri della propria specie. Prendete nota.

Io intanto segno il segmento di Janina Gavankar nel mio taccuino delle “cose belle” dell’E3. Avanti il prossimo.

[wp_ad_camp_1]