A margine dell'EA Play 2017, Need for Speed Payback riceve un ulteriore approfondimento da parte degli sviluppatori con un gameplay tutto dedicato alla personalizzazione delle auto, che si presenta estremamente profonda e dettagliata.

La personalizzazione non si limiterà ad essere puramente estetica, ma andrà a modificare diverse componenti meccaniche e aerodinamiche della vettura.

Il tuning estremo era tornato protagonista già nel 2015 nel precedente Need for Speed, ma adesso le modifiche attuabili si fanno più interessanti, arrivando a poter scegliere l'altezza da terra dell'auto, oltre a modificare specificatamente il livello delle sospensioni.

Il garage ospiterà non solo auto provenienti dall'acquisto nell'autosalone. sarà possibile sistemare e personalizzare con build preimpostate o creare manualmente bolidi da strada dai rottami che incontreremo durante l'esplorazione di Fortune Valley

Come potete notare nel trailer che vi riportiamo in fondo all'articolo, avremo a disposizione alcune build da applicare ai rottami, che andranno a modificare la cateogoria stessa del veicolo.

Nel gameplay, il team di sviluppo si diverte a cambiare tipologia di categoria ad un Volkswagen Beetle, che si trasforma prima in un off road, poi in un'auto da corsa dalla massima velocità. Insomma, in Need for Speed Payback ce ne saranno davvero per tutti i gusti.

[wp_ad_camp_1]