La cancellazione di Scalebound da parte di Microsoft ha lasciato delusi molti possessori di Xbox One, ma anche molti fan di Platinum Games. In ogni caso durante una recente intervista ha parlato Hideki Kamiya director della software house.

Stando allo sviluppatore il tempo dedicato a Scalebound non è stato del tutto "inutile", anzi. Pare che lo sviluppo del gioco abbia insegnato molto agli sviluppatori.

Kamiya ha riferito che recentemente c'è stato un incontro informale con gli sviluppatori per decidere cosa fare dopo e raccogliere idee su un nuovo progetto. Tra questi c'erano molti ex-membri del progetto Scalebound.

"Se sei una una stanzetta piccol, dove hai un gruppo di 10 persone, è facile fare uno scambio di idee. Ma se hai al contrario 50 persone o più [...] nessuno alzarsi e parlare, ma non questa volta", ha dichiarato il director.

Per ora, non c'è alcun annuncio ufficiale, ma questo riferimento indica che qualcosa si sta muovendo all'interno di Platinum Games.

Scalebound

Scalebound non è in sviluppo "presso Microsoft o altri team"

Il caso Scalebound ha reso agitate le notti dei videogiocatori per molti giorni. Parliamo ovviamente della decisione di Microsoft di cancellare il progetto di Platinum Games a base di dragoni e mostri giganti.

Le ragioni di tale scelta non sono mai state del tutto rivelate e recentemente alcuni rumor lasciavano presagire un possibile ritorno del gioco in sviluppo grazie all'aiuto di una software house "vicina" a Microsoft.

A sostegno di una tale ipotesi è arrivata la notizia secondo cui il marchio di Scalebound è stato rinnovato dalla stessa Microsoft. Da Windows Central è arrivata però una smentita anche se non ufficiale.

Continua a leggere

[wp_ad_camp_1]