Come sempre a Phil Spencer piace dire la sua in riferimento al futuro di Microsoft e di Xbox, in particolare. Su Twitter il capo della divisione Xbox riceve costantemente un sacco di domande, a cui Spencer cerca per lo più di rispondere.

Recentemente, uno degli argomenti più trattati è stato Project Scorpio, la console che verrà presentata ufficialmente durante l'E3. In particolare gli è stata fatta una domanda forse un po' banale, ma a cui Spencer ha saputo rispondere in maniera interessante.

Gli è stato chiesto se Project Scorpio saprà impressionare le persone. Di tutta risposta Spencer ha risposto che l'obiettivo non è tanto impressionarli con la console, quanto con i giochi che ci verranno fatti girare.

Proprio in merito a questo obiettivo Spencer si è definito fiducioso.

Per gli sviluppatori di Tokyo 42 Project Scorpio "non influirà sul mercato PC"

La questione di Project Scorpio ha appassionato un po' tutti, anche i giocatori PC più incalliti, oltreché gli sviluppatori. In particolare, in molti si sono chiesti se l'arrivo della nuova console di Microsoft possa in qualche modo modificare anche i mercati hardware.

La risposta in generale è che elementi come per esempio i 12 GB di RAM che verranno montati su Project Scorpio potranno influire sui requisiti di sistema previsti su PC nei prossimi anni.

Ovviamente c'è chi non è d'accordo con questa visione, come per esempio Sean Wright e Maciek Strychalsk di SMAC Games. Si tratta di un duo di sviluppatori che hanno portato sul mercato Tokyo 42.

Continua a leggere

[wp_ad_camp_1]