La questione di Project Scorpio ha appassionato un po' tutti, anche i giocatori PC più incalliti, oltreché gli sviluppatori. In particolare, in molti si sono chiesti se l'arrivo della nuova console di Microsoft possa in qualche modo modificare anche i mercati hardware.

La risposta in generale è che elementi come per esempio i 12 GB di RAM che verranno montati su Project Scorpio potranno influire sui requisiti di sistema previsti su PC nei prossimi anni.

Ovviamente c'è chi non è d'accordo con questa visione, come per esempio Sean Wright e Maciek Strychalsk di SMAC Games. Si tratta di un duo di sviluppatori che hanno portato sul mercato Tokyo 42.

Agli stessi è stato chiesto cosa pensassero di questa vicenda e questi hanno risposto che "per noi, non molto del mercato console riesce ad influire su quello PC, ma potrei anche sbagliarmi", ha dichiarato Sean.

Oltre a ciò, è stato chiesto se effettivamente l'arrivo di Project Scorpio possa spingere la software house a supportare la console on una patch proprio per Tokyo 42, magari portando il famigerato duo, 4K e 60 fps.

Gli sviluppatori hanno risposto che "tutto è possibile".

Project Scorpio: mostrato il chip centrale della console in una foto

Diciamo che ad oggi, l'elemento che fa più gola di tutti i Project Scorpio è il suo ineguagliabile hardware mostrato per la prima volta grazie a Digital Foundry, con la presentazione di qualche settimana fa.

Ora, dato che la line-up della console ancora latita, la console è ancora il focus principale di Microsoft. Di conseguenza è interessante vedere Project Scorpio in ogni sua parte.

Dopo aver mostrato il dev-kit della console, con il suo schermo digitale frontale, ecco che Mike Ybarra ha mostrato una nuova chicca su Project Scorpio, vale a dire il suo SoC.

Continua a leggere

[wp_ad_camp_1]