Come sappiamo la saga di Call of Duty ha portato nel tempo numerose caratteristiche, che hanno reso il gameplay, quello che è oggi. Considerando, però, il "ritorno alle origini", per quel che riguarda l'ambientazione di Call of Duty: WWII era ovvio avere qualche differenza con il passato.

In particolare, è stato chiesto al co-founder di Sledgehammer Games, Michael Condrey, se lo sprint infinito dei precedenti capitoli farà ritorno nella serie e ovviamente la risposta è negativa.

Infatti, Condrey ha risposto con un secco "no" alla domanda in questione su Twitter. Ovviamente trattandosi di un titolo, in cui i protagonisti sono semplici soldati semplici della Seconda Guerra Mondiale non ci dovremo aspettare meccaniche simili ai precedenti capitoli, ambientati perlopiù nel futuro.

call of duty: wwii

Call of Duty: WWII su Nintendo Switch? La software house Beenox non smentisce

Nonostante il successo iniziale di Nintendo Switch, per ora non sono stati ancora annunciati grandi titoli terze parti per la console. Si fa riferimento in particolare alle software house occidentali, che a quanto pare sono restie ad investire sulla console.

Ci sono molti titoli, che si vorrebbe vedere anche sulla console Nintendo ed uno di questi è Call of Duty: WWII. Ovviamente in tal senso né Sledgehammer Games, né Activision hanno detto niente, ma alcune voci confermano queste possibilità.

In particolare si afferma che la software house Beenox, che in passato ha lavorato ad altri porting su Call of Duty, se ne stia proprio occupando. La cosa curiosa è che interrogati a proposito non hanno confermato, ma hanno detto di star lavorando ad un gioco sulla Seconda Guerra Mondiale.

Continua a leggere

[wp_ad_camp_1]