Far Cry 5 è stato finalmente annunciato, e nella giornata di ieri è stato pubblicato il primo trailer ufficiale del gioco.

Ambientato ad Hope County, in Montana, il gioco vede protagonista (o meglio, antagonista) un personaggio controverso che è a capo di una setta religiosa la quale crede che la fine del mondo è vicina.

Il creative director e produttore esecutivo del gioco, Dan Hay, si è espresso recentemente ai microfoni di HardcoreGamer riguardo il setting controverso di Far Cry 5.

"Non sapevamo cosa sarebbe successo in America quando abbiamo iniziato lo sviluppo", ha spiegato Hay.

"Avevamo l'idea di un personaggio che ritiene la fine del mondo stia arrivando, e ricordo il momento in cui mi è venuta davvero. Stavo passeggiando per Toronto e ho visto quest'uomo sandwich che diceva qualcosa del tipo 'la fine è vicina'".

"Ricordo che questo è successo circa due anni fa e ho pensato, per la prima volta, che forse quella persona sapeva qualcosa che noi non sapevamo".

Hay ha ammesso che ci sono dei punti in comune con quanto sta succedendo, a livello politico, negli Stati Uniti e nel mondo, ma "non abbiamo sviluppato il gioco con una specifica agenda".

Far Cry 5 sarà disponibile a partire dal 27 febbraio 2018 su PlayStation 4, Xbox One e PC.

far cry 5-03

Far Cry 5 uscirà il 27 febbraio 2018, tre nuovi trailer

Tramite un comunicato stampa, Ubisoft ha annunciato la data di uscita del tanto atteso Far Cry 5.

Ambientato per la prima volta in America, nello stato del Montana, Far Cry 5 consentirà ai giocatori di esplorare liberamente, da soli o in modalità cooperativa per due giocatori, un vasto scenario in apparenza tranquillo, in cui però dovranno combattere per la propria libertà e sopravvivenza.

Continua a leggere

[wp_ad_camp_1]