Beam è nato come un servizio di streaming amatoriale, ma che è risalito alle cronache per diverse ragioni, una di queste comprende l'acquisizione da parte di Microsoft.

Il servizio è stato poi rimaneggiato ed integrato all'interno dell'ecosistema di Microsoft di Xbox One e Windows 10. In particolare recentemente sono arrivate alcune interessanti novità.

Il servizio ha, infatti, cambiato nome trasformandosi da Beam a Mixer. Questo cambiamento è stato giustificato con la necessità di utilizzare il nome del servizio a livello globale, cosa non possibile con Beam.

Oltre a ciò, tra le novità annunciate recentemente c'è stata il co-streaming. Si tratta di una funzione che permette a più persone di unire le proprie schermate di gioco in un'unica trasmissione.

Beam, anzi, Mixer sbarca anche su mobile in una versione beta chiamata Mixer Create.

Beam, anzi, Mixer è disponibile da marzo su Xbox One

Nelle scorse ore Microsoft ha pubblicato il nuovo aggiornamento per Xbox One, il quale va ad introdurre tra le altre cose l'app di Beam.

L'update include anche la tanto chiacchierata nuova Guida per la console, la quale adesso è stata posizionata sul lato sinistro permettendo un facile accesso alle feature della console.

Come annunciato dallo stesso Larry "Major Nelson" Hryb, l'aggiornamento verrà reso disponibile su PC Windows 10 a partire dall'11 aprile.

Continua a leggere

[wp_ad_camp_1]