La scorsa notte è arrivato il grande annuncio del rinvio di Red Dead Redemption 2 alla primavera del 2018. Le conseguenze e le reazioni di questa decisione si sono però subito viste con le azioni di Take-Two calate del 9% in poche ore.

La ragione di questa decisione è da vedere in ragioni qualitative. In poche parole Rockstar Games vuole portare sul mercato un titolo valido e per questo non vuole correre.

Anche il CEO di Take-Two si è espresso in questi termini durante la recente conferenza con gli investitori. Ha anche sottolineato come Rockstar Games non stia incorrendo in alcun tipo di problema.

Semplicemente il dover costruire un gioco da zero, richiede molti sforzi e Strauss Zelnick è confindente che la decisione di rimandare il gioco al 2018 si rivelerà essere giusta.

Ricordiamo che Red Dead Redemption 2 approderà sul mercato nella primavera del 2018.

red dead redemption 2

Red Dead Redemption 2: l'analisi delle nuove immagini

Dopo mesi di silenzio e rumor sempre più crescenti riguardo un possibile rinvio del titolo targato Rockstar Games, uno screenshot comparso dal nulla ha scatenato la fantasia degli utenti in rete.

C’erano due schieramenti: uno secondo cui la foto dell’uomo a braccia conserte appartenesse a Red Dead Redemption e che un bel gameplay cicciotto all’E3 fosse imminente, mentre quelli dell’altra fazione, invece, millantavano un fantomatico Far Cry 5 ambientato nel Far West.

Alla fine hanno avuto entrambi torto, in quanto lo screenshot è risultato appartenente ad un titolo del tutto nuovo, su PC, un certo Wild West Online.

Ad ogni modo, purtroppo (o per fortuna considerando cosa è accaduto ultimamente rilasciando titoli non esattamente rifiniti) ieri Red Dead Redemption 2 è stato rinviato alla primavera del 2018.

Continua a leggere

[wp_ad_camp_1]