Il quotidiano Bend Bulletin della città dell'Oregon ha pubblicato un reportage interamente incentato su Bend Studio, lo studio di sviluppo dietro Days Gone.

Secondo quanto riportato sul giornale, Sony Interactive Entertainment America ha investito molte risorse nello studio, con l'obiettivo di consentire alla società di produrre Giochi AAA di alto profilo.

Difatti, negli ultimi mesi Bend Studio ha visto aumentare il numero dei suoi dipendenti da 45 a 103 persone, mentre gli uffici sono stati ingranditi e rimodernati per ospitare anche uno studio per il motion capture.

È stato inoltre confermato che i nuovi membri non saranno licenziati una volta conclusi i lavori su Days Gone: difatti il personale è stato assunto a tempo indeterminato.

Una bella iniezione di fiducia per quello che nei prossimi anni dovrebbe ricoprire un ruolo di primaria importanza nel portfolio sviluppatori di Sony.

bend studio

Days Gone: Bend Studio punta sulla longevità

Days Gone, la cui anteprima è stata mostrata in occasione dell'E3 2016, a detta degli sviluppatori sarà un titolo estremamente longevo.

"Days Gone, non solo immortalerà il deserto dell'Oregon ma cementificherà anche la posizione di Bend Studio nel mondo degli sviluppatori di videogiochi", ha annunciato Chris Reese, direttore del progetto.

"Lo staff è salito da 45 membri a 103 e il numero non è destinato a scendere quando il gioco uscirà (sebbene la data d'uscita non sia stata ancora rivelata, n.d.a.). Abbiamo piani a lunghissimo termine".

Per Sony si tratta di una delle più grandi produzioni, supportata da un budget talmente alto da essere paragonato a quello di titoli AAA.

Il gioco, sviluppato con l'Epic Unreal Engine 4 ed ispirato a The Walking Dead, World War Z e perfino Sons of Anarchy, sarà un'esclusiva per PlayStation 4.

[wp_ad_camp_1]