Denuvo Anti-Tamper è una famosa tecnologia anti-pirateria che negli ultimi anni è stata ampiamente utilizzata dai vari publisher per arginare il fenomeno delle copie pirata dei giochi su PC. Negli ultimi mesi, però, tale tecnologia non sta avendo giorni facili.

Non molti mesi fa è stato infatti crackato Resident Evil 7, l'ultimo capitolo della serie Capcom, in pochi giorni per poi essere seguito dal recente Mass Effect: Andromeda. Il problema è stato poi arginato aggiornando tali giochi con l'ultima versione di Denuvo Anti-Tamper.

Ma anche questa nuova versione è stata bucata: 2Dark si è avvalso infatti di quest’ultima incarnazione di Denuvo ma è stato piratato, e lo stesso potrebbe accadere con Nier: Automata e con Bulletstorm: Full Clip Edition.

È questa la fine della tanto odiata (dai pirati informatici) tecnologia Denuvo? Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti.

2dark

 

Denuvo risponde: "difficile da craccare non vuol dire impossibile"

La notizia per cui Resident Evil 7 è stato craccato in soli 5 giorni ha avuto una enorme risonanza. Il titolo di Capcom, infatti, sfruttava come protezione DRM il software austriaco Denuvo.

Si tratta di un particolare software che da qualche mese a questa parte sembrava aver messo in grande difficoltà gli hacker su PC, impedendo per mesi di craccare molti titoli che lo utilizzavano come protezione.

Di fatto, però, questa notizia segna una grande sconfitta per l'azienda austriaca, la quale ha comunque diramata un comunicato in seguito a quanto accaduto. "Vi preghiamo di tenere a mente che la nostra soluzione Anti_Tamper è difficile da craccare, non impossibile", hanno dichiarato i PR dell'azienda.

"Noi continueremo comunque a migliorare il nostro prodotto, al fine di creare nuovi aggiornamenti di sicurezza nelle future versioni dell'Anti-Tamper. Allo stesso modo, miglioreremo anche grazie a questo bypass".

Resident Evil 7 è solo uno dei tanti giochi a sfruttare la tecnologia offerta da Denuvo e di sicuro non sarà l'ultima. In passato alcuni gruppi hacker avevano considerato l'arrivo del programma dell'azienda sul mercato come la fine della pirateria su PC. Sarà davvero così?

[wp_ad_camp_1]