Dal momento in cui Digital Foundry ha annunciato di aver intenzione di condividere le proprie scoperte sui dettagli hardware di Project Scorpio, abbiamo capito che questa settimana la gara per l'oro nella sezione top sarebbe stata vinta a mani basse.

A completare il podio con le notizie più entusiasmanti della settimana, troviamo l'annuncio della software house svedese King su un nuovo progetto volto a portare Call of Duty su dispositivi mobili e quello di Square Enix, intenzionata a concentrarsi su Nintendo Switch per lo sviluppo dei prossimi titoli.

Ritroviamo Nintendo Switch anche tra le notizie flop. Nello specifico, Nintendo ha causato lo scontento dei fan, dapprima a causa della deformazione della console in modalità casalinga e, in secondo luogo per via della mancata certezza che, una volta mandata la stessa in assistenza, i dati siano trasferiti correttamente.

Infine, a fare in modo che a top eclatanti corrispondano altrettanto disastrosi flop, ci pensano Denuvo e Ubisoft: la prima nel mirino per non aver reso Mass Effect Andromeda sufficientemente al sicuro da attacchi hacker, la seconda per via del fatto che For Honor sta raccogliendo fin troppi dissensi (oltre 8 mila recensioni negative al momento in cui scriviamo).

I top della settimana

Digital Foundry ha avuto in esclusiva la possibilità di scoprire i dettagli hardware di Project Scorpio e li ha condivisi tramite un lungo articolo ed un video dedicato. Abbiamo appreso, quindi, che la parte centrale della console si basa su un Socket con una CPU da otto core con architettura x86 con un clock da 2,3 GHz ed una GPU da 40 componenti a 1172 Mhz. A completare il tutto troviamo 12 GB di Ram GDDR5, un disco fisso da 1 TB e un lettore Blu-Ray 4K.

Un nuovo studio di sviluppo svedese, King, ha annunciato di essere al lavoro su un nuovo titolo basato sulla saga FPS per eccellenza: Call of Duty. "La nostra sfida è quella di creare un vero e proprio Call od Duty per dispositivi mobile, che possa rappresentare a dovere la miglior esperienza console amata dai fan, mentre allo stesso tempo cerchiamo di tastare nuove possibilità e generi per il mobile", ha dichiarato il portavoce sotto il patrocinio di Activision Blizzard.

Nel corso di una recente intervista, il CEO di Square Enix Yosuke Matsuda, ha dichiarato che, tra le nuove console in uscita nel 2017, la software house si concentrerà su Nintendo Switch. Il tutto è supportato dagli annunci fatti negli ultimi mesi: a partire dal progetto Octopath Traveler, fino alla collezione di titoli Seiken Densetsu, sono molti i titoli per Nintendo Switch di Square Enix (già sul mercato o prossimi all'uscita). Matsuda ha anche sottolineato che avere titoli multi piattaforma è estremamente importante e Nintendo Switch, in questo, non avrà problemi.

I flop della settimana

top
Bene o male: l'importante è che se ne parli.

Recentemente è emerso un grave problema legato a Nintendo Switch: alcuni giocatori, infatti, hanno scoperto che lasciando a lungo la console nel proprio dock, questa si surriscalda provocando una leggera deformazione della stessa. Al momento in cui scriviamo non si sa se si tratta di un difetto di fabbrica che interessa solamente alcune unità oppure di un problema su scala decisamente più larga.

L'azienda giapponese ha causato lo scontento dei fan anche per un altro motivo. È emersa, infatti, la probabilità che, quando si invia la console in assistenza alla casa madre, quest'ultima non sia in grado di trasferire correttamente i file di salvataggio dei giochi da una console all'altra. In particolare citiamo l'esempio di un utente, Anthony John Agnello, che ha pubblicato delle foto in cui si vedeva chiaramente una lettera nella quale gli viene detto che i salvataggi (nello specifico, quasi 50 ore di gioco) sono andati perduti. Il tutto, inoltre, senza neanche un blando tentativo di scusa.

Le recensioni positive di For Honor su Steam continuano ad essere surclassate da quelle negative. Queste ultime derivano dalla mancata risoluzione di problemi di natura tecnica e da vere e proprie pecche del titolo. In poco tempo, il numero di giocatori è calato sensibilmente e, le oltre 8 mila recensioni negative hanno fatto sprofondare il titolo fino a far sì che le valutazioni si assestassero su "recensioni per lo più negative". Una brutta fine per un titolo che prometteva decisamente bene.

Denuvo è il sistema di protezione adottato da molte software house per evitare che le proprie produzioni vengano violate dai pirati informatici. L'affidabilità e la sicurezza offerte dall'azienda sono state duramente criticate negli ultimi mesi a causa di alcuni insuccessi avvenuti in concomitanza dell'uscita di giochi importanti (ricordiamo, ad esempio Resident Evil 7). A soli 10 giorni dall'uscita di Mass Effect Andromeda, la pirateria ha vinto di nuovo e il titolo è stato violato.

[wp_ad_camp_1]