Halo Wars 2 farà a breve il suo debutto su PC e Xbox One. Ovviamente, come sempre, prima di arrivare al grande pubblico, noi della stampa specializzata siamo stati in grado di provare il titolo di 343 Industries e nelle scorse ore sono state pubblicate le varie recensioni.

Analizzarne il voto è un modo per saggiare la qualità del titolo, in attesa della risposta da parte degli utenti. Qui di seguito trovate la lista dei voti dati dalle principali testate italiane ed internazionali.

Per noi di Videogamer.it, si è occupato della recensione Paolo Sirio, dandogli un bel 8,5.

Stampa italiana:

Stampa internazionale:

  • Polygon – 8
  • GamesRadar+ – 3/5
  • Destructoid – 7
  • IGN – In progress
  • Digital Trends – 3/5
  • Hardcore Gamer – 4/5
  • Critical Hit – 8,5
  • CGMagazine – 8
  • EGM – 9
  • COGconnected – 95/100
  • Gaming Nexus – 9,5

Vi ricordiamo che Halo Wars sarà disponibile su PC e Xbox One il 21 febbraio.

Halo Wars 2 Multiplayer - Watering Hole

Halo Wars 2, la nostra recensione

Qui di seguito trovate l'incipit della recensione scritta dal nostro capo-redattore Paolo Sirio, come sempre per leggere la versione completa dovrete cliccare sul link in fondo.

Halo Wars 2 è una buona notizia grossa quanto una casa per Microsoft, per la Microsoft che nel bel mezzo di una transizione epocale, e molto rischiosa, cerca una sua identità a suon di cancellazioni e progetti avveniristici riequilibrati. Amo Halo. Non ho amato il primo Halo Wars. Ma il suo sequel mi è piaciuto, e non poco. Questa è la recensione dell'RTS di 343 Industries e Creative Assembly.

Spulciando in cerca di materiale prima della stesura dell'articolo di Videogamer Italia che potete leggere ora, ho scovato una dichiarazione di Frank O' Connor, boss della saga, a proposito del primo strategico dedicato ad Halo. Secondo lui, nel titolo della compianta Ensemble Studios - il dio dei videogiochi l'abbia in gloria -, mancavano due componenti fondamentali, che spera di aver introdotto con successo nel bis in uscita il 21 febbraio.

Anzitutto, Halo Wars sembrava, anche solo per il suo setting, un'isola nemmeno troppo felice nell'epopea di Master Chief e soci. Troppo slegata dalla tradizione, in termini pure ludici, e scollegata dalla componente narrativa che ha fatto innamorare, nei precedenti capitoli, persino chi non apprezza granché gli sparatutto. I creatori di Age of Empires, forse privi di una certa assistenza da parte del colosso di Redmond, si erano isolati nel credo proprio e non in quello di Halo, e il risultato di questa "lontananza" fu palese dall'inizio alla fine.

Continua a leggere

[wp_ad_camp_1]