Marzia Armonia Rispoli, redattore - Kingdom Hearts 2.8 HD, Final Chapter Prologue, PC

cover

Questa settimana mi sono dedicata al capitolo uscito il 24 gennaio di una delle mie saghe preferite: Kindgom Hearts 2.8, Final Chapter prologue.

Come dice il nome stesso dell'antologia, si tratta del capitolo finale del prologo dell'intero universo di KH e consiste in un lungometraggio e due giochi (una versione remastered e una nuova creazione della durata di circa 3 ore). È proprio su quest'ultima - A Fragmentary Passage - che mi sono concentrata maggiormente.

Mi sono, quindi, persa assieme ad Aqua nel mondo degli specchi dove ho dovuto risolvere enigmi fino a dover combattere ripetutamente contro la copia di me stessa, ho provato la sua stessa rassegnazione quando pensava di aver trovato finalmente gli amici di infanzia e così non era e ho gioito assieme a lei quando ha trovato un alleato in Re Topolino.

Perché possiamo combattere finché vogliamo ma senza un amico al nostro fianco, l'oscurità finirà per divorarci (o almeno questo è quello che Kingdom Hearts ci insegna).

Salvatore Pilò, redattore - Yu-gi-Oh Duel Link, Mobile

Yu-Gi-Oh-Duel-Links

Se la scorsa settimana, causa esami, mi sono dedicato a Yu-gi-Oh Duel Link nei momenti di pausa dallo studio, questa settimana, con lo sfoltimento degli esami in sessione, mi ci sono dedicato con una maggiore attenzione esplorando anche il PvP.

Il risultato è che questo titolo mi piace davvero tanto per via di numerosissimi aspetti che vanno al di là del suo lato competitivo che da vecchio giocatore di Yu-gi-Oh trovo semplicemente oltraggioso. Ma non è questo il punto, nonostante manchino meccaniche fondamentali come la seconda Main Phase il titolo è coinvolgente e i duelli sono incredibilmente complessi e divertenti: ho avuto modo di sfidare giocatori di un livello decisamente alto che mi hanno spinto alla creazione di deck più elaborati (nonostante la penuria di carte).

A questo aggiungiamo l'evento del Mondo Toon, con il quale è possibile sbloccare Pegasus (il mio nuovo personaggio preferito) e le carte legate a questo particolare tema, che mi ha tenuto incollato delle ore allo smartphone.

Peccato solo per la pessima gestione dei server di gioco che continuano a non sopportare il carico europeo con crash continui e continui blocchi dell'evento sopracitato con conseguente impossibilità di giocare decentemente.

Spero che Konami capisca presto che anche noi europei siamo fan sfegatati della serie e che amiamo questo titolo che, nonostante tutto, è incredibilmente bello e divertente.

Valentino Cinefra, redattore - Yakuza 0, PS4

Videogamer Italia Plays

Con il consueto ritardo (meno del solito) anche noi occidentali possiamo giocare Yakuza 0. Si tratta di un prequel della storica saga di SEGA, rivisitato per sfruttare le potenzialità di PlayStation 4 dopo essere uscito anche su PlayStation 3.

Yakuza è una serie straordinaria e straordinariamente di nicchia, e questo nuovo capitolo non da meno. Alterna momenti di altissima narrazione, scenari di un Giappone vero, ben diverso da quello che arriva a noi occidentali, una serie di sub-quest deliranti (prima di scrivere questo trafiletto ho insegnato ad una ragazza timidina come diventare una perfetta dominatrice sadomaso).

Nel capitolo 0 sono stati aggiunti, in termini di gameplay, tre diversi stili di combattimento che variano un pochino l’azione. Per il resto siamo di fronte ad uno Yakuza con tutti i crismi: bella storia, bel gameplay, tante cose da fare.

La settimana prossima arriva la recensione, adesso devo andare a vincere una gara di Mini 4WD.

Bloodborne 2

Fabio Piras, redattore - Bloodborne, PS4

Questa settimana, oltre a Tales of Berseria di cui potete leggere la recensione su Videogamer Italia, ho ripreso Bloodborne e relativo DLC, approfittando degli sconti sul PlayStation Store. Anche dopo un paio d'anni dall'uscita questo capolavoro di From Software rimane il mio preferito, con la sua atmosfera da racconto di Lovecraft, il suo plot complesso e i boss immensi e totalmente folli.

Con grande gioia ho visto che non sono l'unico, riuscendo sempre a invocare qualcuno per superare i boss più complicati (non avevo voglia di impegnarmi troppo!), tranne che per Logarius. Se qualcuno si facesse un giro dalle parti del castello di Cainhurst mi farebbe un piacere enorme!

Oltre all'aver ritrovato la gioia della prima volta che ci giocai ho anche notato come il drop di fiale di sangue e materiali per il potenziamento sia stato notevolmente aumentato, riducendo leggermente la frustrazione di ritrovarsi senza cure durante il gioco. Grazie, From Software!

Jonathan Campione, redattore - Resident Evil 7, PS4

resident evil 7

Sono sincero: la struttura in prima persona e il gameplay, diverso dai titoli action a cui ci aveva abituato la stessa Capcom negli ultimi episodi della serie di Resident Evil, avevano mosso in me sentimenti contrastanti e non sapevo se lanciarmi al dayone sul titolo o se recuperarlo successivamente.

Dopo aver letto le recensioni con calma ed essermi fatto un'idea un po' più chiara su cosa mi aspettasse, la fiducia nella nuova formula del titolo e la curiosità hanno prevalso e l'ho comprato lo scorso 24 gennaio.

Non ne sono rimasto affatto deluso, anzi ho giocato fino alle 3 di notte e poi, purtroppo, sono crollato dal sonno e ho concluso il gioco soltanto ad ora di pranzo del giorno dopo.

Sono stato contentissimo di averlo acquistato subito e mi rammarico molto di non aver investito , anche per un fattore di ristrettezza economica, su PlayStation VR. Muoio dalla voglia di provare quella che potrebbe essere la prima, vera, killer app del VR in ambito console. Giocatelo.

[wp_ad_camp_1]