The Legend of Zelda: Breath of the Wild è di sicuro uno dei giochi più attesi dell'anno, ed il titolo che sicuramente farà impennare le vendite della nuova Nintendo Switch.

Ma secondo quanto riportato da Nintendo Today, il rating che ha ricevuto il gioco in Giappone potrebbe attirare ancora più videogiocatori dato che è stato valutato come un gioco per adulti.

Come potrete notare dalle immagini in calce alla notizia, un ragazzo è riuscito a fotografare la custodia del gioco ed immortalare il rating che ha ricevuto dal CERO (Computer Entertainment Ratings Organization).

In The Legend of Zelda: Breath of the Wild sono infatti presenti temi di violenza, linguaggio forte e ciò che salta subito all'occhio è la presenza di contenuto sessuale.

Sebbene non sia di certo un GTA, e dunque non vedremo donne seminude, è comunque curioso vedere come un titolo della saga di The Legend of Zelda venga valutato con un contenuto sessuale.

Scopriremo il prossimo 3 marzo, giorno d'uscita del gioco, a cosa allude tale rating.

zlda-800x636

cero-800x144

Zelda: Breath of the Wild non supporterà l'HD Rumble, conferma Aonuma

Molti utenti credevano (e soprattutto speravano) che il nuovo The Legend of Zelda: Breath of the Wild avrebbe supportato la tecnologia HD Ruble introdotta con Nintendo Switch.

Purtroppo arriva la conferma da parte del producer Eiji Aonuma, il quale ha affermato durante un'intervista al sito francese Gameblog che il gioco non supporterà tale tecnologia.

"Naturalmente, se il gioco fosse stato creato esclusivamente per Switch, avremmo potuto trarre beneficio dalle capacità uniche della macchina, tra cui l'HD Rumble. È qualcosa che mi sarebbe piaciuto usare", ha dichiarato Aonuma durante l'intervista.

Il producer del gioco ha però voluto precisare che non ci saranno differenze di gameplay tra le due versione del gioco, ovvero Switch e Wii U.
[wp_ad_camp_1]