A poco più di qualche giorno dal debutto ufficiale di Resident Evil 7, Capcom ha già deciso di comunicare i dati relativi alle vendite del gioco. L'attesa per il survival horror è stata molto grande e a quanto pare la stessa è stata ricompensata. Così come lo è stato il lavoro della software house, a quanto pare.

Resident Evil 7 ha raggiunto e superato le 2.5 milioni di unità nel mondo. Non si specifica se si tratta di unità vendute, di unità fisiche o digitali, in ogni caso si tratta di numeri interessanti.

Nello stesso comunicato, infatti, Capcom ha annunciato che negli ultimi mesi la demo, Beginning Hour è stata scaricata 7,5 milioni di volte, sancendo un altro record.

In ogni caso, in totale la serie di Resident Evil, in vita fin dal 1996 ha raggiunto le 75 milioni di unità vendute, il che la rende una delle serie più vendute al mondo.

Vi ricordiamo che Resident Evil 7 è già disponibile su PC, PlayStation 4 e Xbox One. La versione per PlayStation 4, inoltre, è utilizzabile con il PSVR.

resident evil 7

Resident Evil 7 provoca motion sickness

Resident Evil 7 potrebbe essere il primo gioco ad utilizzare la classica frase da film horror "il gioco che ha fatto star male decine di persone". Ovviamente ci riferiamo alla versione VR del gioco e al suo motion sickness.

Per chi non avesse mai provato la realtà virtuale, la motion sickness è quella sensazione di disorientamento, che in molti casi sfocia in malessere di stomaco per non essere troppo espliciti. Si sostanzia quando, indossando il caschetto, il nostro cervello viene convinto di essere in movimento, mentre le ossicini dell'orecchio al contrario sanno che siete fermi in mezzo ad una stanza. Questo conflitto, nelle persone più sensibili provoca il motion sickness.

Bene, detto questo, la versione VR di Resident Evil 7 provoca abbastanza facilmente questa sensazione. Stando, però, al collega di Polygon Allegra Frank si tratterebbe di un malessere provato anche durante l'esperienza a schermo.

Continua a leggere

[wp_ad_camp_1]