Ogni volta che parliamo di Kingdom Hearts registriamo picchi di interesse impressionanti qui sul sito. E non solo da noi: in ogni momento in cui vengono fuori queste due paroline magiche qualcuno salta qualche battito del cuore.

Ci sta, perché Kingdom Hearts è una delle saghe degli ultimi anni più seguite ed apprezzate. Il terzo capitolo, che non è confermato esca quest’anno, è in sviluppo da un lungo periodo, ormai. Il povero Tetsuya Nomura viene sempre assediato di domande ad ogni occasione e, più che dare rassicurazioni più o meno sommarie sul gioco, non gli resta che dare i numeri del lotto. 45, i capelli di Sora. (A proposito, avete visto che capolavoro di Photoshop in copertina?)

Nel frattempo, Square Enix ha ben deciso di sfruttare il richiamo del gioco, in questi anni, per produrre una serie di giochi sconfinata legati alla serie. Dall'epoca PlayStation 2 ad oggi sono usciti una ventina di titoli su molte piattaforme.

Questo significa che i nuovi giocatori, ma anche i fan storici che sono a digiuno da un po’, faranno fatica a prendere le fila in attesa del terzo capitolo. Con tutte queste uscite, infatti, la lore del gioco è stata ampliata in modo smisurato, con conseguenti intrecci di trama difficili da capire, figuriamoci da sbrogliare.

Con l’uscita di Kingdom Hearts HD 2.8 Final Chapter Prologue, la raccolta che contiene Kingdom Hearts Dream Drop Distance HD, Kingdom Hearts 0.2 Birth by Sleep -A fragmentary passage- e Kingdom Hearts χ Back Cover, cerchiamo di riprendere il filo logico del discorso.

L’ordine con cui abbiamo impostato la guida non è quello cronologico, né per trama né per uscite, ma la sequenza che, secondo noi, può farvi apprezzare meglio la saga se siete neofiti, e l’ideale per capire quale capitolo rigiocare se volete rinfrescarvi la memoria.

Kingdom Hearts
Sora, già protagonista del cartone Digimon.

Kingdom Hearts, PS2 (17 settembre 2002)

L’inizio della saga. I protagonisti sono tre ragazzi, Sora, Kaiki e Riku, i quali vivono a Destiny Island, un atollo totalmente isolato. Come ogni buona avventura dal retrogusto antico, i tre sentono il desiderio di esplorare il mondo per sapere cosa e se c’è qualcosa al di là della loro spiaggia.

Nei primi momenti i ragazzi sono alle prese con la costruzione di una zattera ma, come ogni buona storia, arriva l’imprevisto. In questo caso una calamità, che dividerà il gruppo e metterà i ragazzi alle prese con tutta una serie di pericoli e nuove avventure.

Il titolo che ha inaugurato la saga è inevitabilmente quello più iconico. L’insolito mix di personaggi in stile Square Enix affiancati da quelli Disney insieme ai loro mondi come Agrabah, Il Paese delle Meraviglie e la città di Halloween, è stato capace di incantare tanti ragazzi ed inaspettatamente molti adulti, grazie ad una storia semplice ma efficace: Sora, protagonista designato dal destino, che porta con se il magico Keyblade, pronto a difendere i mondi dalla minaccia dei mostruosi Heartless. Serve altro?

Dove lo gioco: Kingdom Hearts HD 1.5 Remix per PlayStation 3, che uscirà rimasterizzato insieme ad 2.5 Remix per PlayStation 4 il 31 marzo 2017.

Kingdom Hearts II, PS2 (29 settembre 2006)

La seconda iterazione “classica” della saga si svolge un anno dopo le vicende del primo capitolo, e dopo Chain of Memories (di cui parleremo di seguito). All'epoca la saga iniziava già ad essere un fenomeno di culto, ispirando la creazione del primo merchandise e prodotti correlati, tra cui un manga.

Il protagonista è Roxas, un teenager che, insieme ai suoi amici si sta godendo gli ultimi scampoli delle vacanze estive. Non sarebbe un videogioco, e tantomeno un’avventura, se la storia finisse con il gruppetto a bere Campari al tramonto su una bella spiaggia fantasy.

Nel gioco, infatti, scopriamo che nonostante gli sforzi di Sora nel primo capitolo il mondo è ancora in pericolo. Vengono allo scoperto dei nuovi nemici, infatti, che si affiancheranno ai già pericolosi Heartless del primo capitolo.

Anche in questo capitolo si viaggia per molti mondi Disney tra cui Tron, Pirati dei Caraibi, Mulan e tanti altri. Il titolo è, ad oggi, uno dei più apprezzati, perché riuscì ad espandere ed affinare le meccaniche del precedente episodio in modo soddisfacente.

Dove lo gioco: Kingdom Hearts HD 2.5 Remix per PlayStation 3, che uscirà rimasterizzato insieme ad 1.5 Remix per PlayStation 4 il 31 marzo 2017.

Kingdom Hearts: Birth by Sleep, PSP (10 settembre 2010)

Mostrato per la prima volta in un finale segreto di Kingdom Hearts II, Birth by Sleep è in realtà un prequel dei primi due giochi. Il consiglio è di giocarlo dopo perché, come spesso accade, i prequel si apprezzano solo conoscendo già buona parte del materiale originale.

In un momento in cui l’arte del Keyblade è quasi estinta, tre personaggi la portano avanti con stoicità. Ventus, Aqua e Terra, che prestano parecchie similitudini al terzetto originale della saga, sono i protagonisti di questo capitolo. Dopo una prova di idoneità per l’uso del Keyblade, Aqua viene dichiarata Keyblade Master, proprio mentre una nuova minaccia si affaccia sul mondo.

Il racconto inizia così, e prosegue impersonando questi tre eroi, con un sistema di combattimento leggermente modificato rispetto ai canoni della saga. Tutti i comandi, dalle abilità alle magie, non consumano mana ma hanno un cooldown. Anche qui si esplorano nuovi mondi ovviamente, e la magia ed il folklore della saga sono sempre presenti.

Dove lo gioco: Kingdom Hearts HD 2.5 ReMix.

Kingdom Hearts
Che adorabile gruppetto di guasconi.

Quelli presentati finora sono quelli che consideriamo i tre titoli principali dai quali partire per esplorare sufficientemente bene ciò che serve per giocare Kingdom Hearts III, quando le divinità di tutti i mondi decideranno che siamo degni di poterlo fare.

Da qui in poi elencheremo una serie di titoli sì importanti, ma non a tal punto da essere imprescindibili per capire Kingdom Hearts. Ognuno di questi titoli, però, espande trama, personaggi ed ambientazioni in modo più o meno sensibile quindi, nel caso siate stati già catturati dai primi capitoli (discorso che vale ovviamente per i neofiti) vi consigliamo prima o poi di affrontarli perché sapranno soddisfarvi sicuramente.

Kingdom Hearts: Chain of Memories, Game Boy Advance (11 novembre 2004)

Chain of Memories, come accennavamo poco sopra, si svolge tra il primo e il secondo capitolo della serie. Sora si ritrova in un misterioso castello in cerca di Re Topolino e dei suoi amici. Nell’esplorazione del castello però succede qualcosa di strano. Il nostro protagonista dalla capigliatura improbabile, infatti, perde la memoria col tempo e, nel corso dell’avventura, si dimenticherà sempre più dettagli del suo passato.

Chain of Memories cambia completamente gameplay, trasformandosi in un gioco di carte vero e proprio. I combattimenti diventano a turni ed ogni azione è rappresentata da una carta, dove l’intero mazzo compone la totalità della strategia di Sora. Un capitolo certamente atipico che, però, è un interessante esercizio di stile che tutto sommato funziona, grazie ad una interessante gestione del mazzo di carte.

Chain of Memories venne riproposto anche su PlayStation 2 in una versione completamente rifatta da capo, che non arrivò mai in Europa però.

Dove lo gioco: Kingdom Hearts HD 1.5 Remix per PlayStation 3, che uscirà rimasterizzato insieme ad 2.5 Remix per PlayStation 4 il 31 marzo 2017.

Kingdom Hearts
Uno dei mondi di KHIII sarà quello di Big Hero 6.

Arrivati a questo punto siete pronti per giocare Kingdom Hearts HD 2.8 Final Chapter Prologue nella sua interezza. La collection contiene tre titoli, come dicevamo all’inizio, ecco quali sono:

Kingdom Hearts Dream Drop Distance HD: Uscito originariamente per 3DS, il titolo si colloca successivamente a Kingdom Hearts II. Sora e Riku si stanno preparando per la battaglia finale contro un cattivo che non ha intenzione di ritenersi sconfitto affatto, nonostante le plurime volte in cui è stato malmenato.

Per poter salvare la situazione ancora una volta, i nostri eroi vengono spediti a dormire. Nel sogno, dovranno viaggiare per alcuni “mondi dormienti” e sventare le minacce presenti in ognuno di essi. La trama del titolo non è niente di imprescindibile, ma già che ci siete potreste voler scoprire cosa è successo prima del terzo capitolo, quando arriverà.

Kingdom Hearts 0.2 Birth by Sleep -A fragmentary passage-: Questo titolo è un sequel del prequel, per quanto strano possa sembrare. La protagonista è Aqua, lontana dalla civiltà dopo gli eventi di Birth by Sleep, e in questo breve titolo abbiamo la possibilità di scoprire cosa succede (ancora una volta) poco prima dell’originale Kingdom Hearts.

Si tratta di un capitolo dimenticabile, come avrete capito, che ha di interessante il fatto di essere stato realizzato con l’engine di Kingdom Hearts III quindi, se proprio volete dare uno sguardo al “futuro”, con questa iterazione potete farlo.

Kingdom Hearts χ Back Cover: Back Cover è in realtà un film di un’ora. Si parla dei portatori del Keyblade in un periodo in cui era ancora comune farne uso. La trama vedrà poi il declino di questi guerrieri con l’incedere di una profezia oscura che dilanierà tutte le parti in causa dall'interno. Non c’è nessun tipo di interazione: come dicevo prima, è un film nel vero senso della parola.

Kingdom Hearts
Ci siamo?

Ci siamo quasi. All’appello mancano solo altri due titoli, i più dimenticabili della serie. Un po’ per qualità, un po’ per il fatto che sono stati riadattati in due film per 1.5 e 2.5 HD Collection, ma li menzioniamo comunque per onore di cronaca.

Kingdom Hearts: Coded (2008) è un titolo per dispositivi mobile, ed è pure strano forte. Dopo gli eventi di Kingdom Hearts II, il Grillo Parlante scopre che nel suo diario ci sono delle frasi scritte da qualcun altro di sconosciuto. Vestiamo quindi i panni di un Sora digitale che, dopo aver scansionato le suddette pagine, si ritrova a viaggiare nelle sue vecchie avventure in versione “corrotta” e decadente. Lo trovate come film in Kingdom Hearts 2.5 HD Remix, che uscirà rimasterizzato insieme ad 1.5 Remix per PlayStation 4 il 31 marzo 2017.

Kingdom Hearts: 358/2 Days (2009) uscì originariamente per Nintendo DS, e vede come protagonista di nuovo Roxas insieme ad un altro portatore del Keyblade di nome Xion. L’avventura si svolge nell’anno tra Kingdom Hearts I e II e, non essendo granché influente a livello di trama, ve lo potete giocare solo se siete dei grandissimi fan. Tuttavia, come dicevamo, è presente come film in Kingdom Hearts 1.5 HD.

Direi che ci siamo. Facciamo solo un piccolo recap di cosa giocare e in quale ordine per poter ripercorrere l’intera serie cronologicamente:

  • Kingdom Hearts: Birth by Sleep
  • Kingdom Hearts 0.2: Birth By Sleep
  • Kingdom Hearts
  • Kingdom Hearts: Chain of Memories
  • Kingdom Hearts 358/2 Days
  • Kingdom Hearts II
  • Kingdom Hearts Coded
  • Kingdom Hearts Dream Drop Distance
  • Kingdom Hearts x Back Cover

Per ingannare l’attesa ne avete da giocare di titoli della serie. Il 2017 è l’anno perfetto per farlo vista l’uscita delle due collezioni, una adesso ed una a marzo.

Kingdom Hearts 2.8 HD è disponibile dal 24 gennaio su PlayStation 4, mentre Kingdom Hearts 1.5+2.5 HD uscirà il 28 marzo prossimo, sempre sulla console Sony. Il perché questi due pack siano stati lanciati “al contrario” è un mistero che, probabilmente sveleremo solo giocando ad un prequel dei sequel degli spin-off del primo capitolo rimasterizzato che mio padre al mercato comprò.