Dopo la pubblicazione del secondo trailer di Death Stranding durante la premiazione dei The Game Awards, in molti ipotizzarono il ritorno di Guillermo del Toro alla co-produzione di un gioco insieme a Hideo Kojima, proprio come accadde con P.T.

Il tutto era dovuto alla partecipazione del regista, come attore all'interno del trailer del gioco. Purtroppo a quanto pare, questo non avverrà. Durante un'intervista del Toro ha dichiarato che sarà coinvolto in Death Starnding solo come personaggio e niente di più.

"Kojima-san mi ha chiamato e mi ha chiesto, 'Ti voglio come personaggio nel gioco', e io ho risposto 'Fantastico'" ha dichiarato del Toro. "Mi ha parlato delle sue idee così ho potuto capire il personaggio, ma oltre a ciò non sono coinvolto, creativamente parlando, in nessun altro modo".

Di sicuro in molti saranno dispiaciuti per questo. Il risultato prodotto dal trailer giocabile di P.T., creato dalla collaborazione delle due menti, ha fatto capire le potenzialità di una simile collaborazione. Detto questo non ci resta che aspettare e vedere, i risultati di Kojima su Death Starnding.

Per ora, le uniche informazioni "certe" sono la probabile data di uscita del gioco, vale a dire il 2018 e il motore di gioco utilizzato, vale a dire il Decima Engine.

death-stranding

Un approfondimento sul Decima Engine in Death Stranding

È possibile riuscire a generare interesse per un motore grafico (di fatto già a disposizione dal lancio di PlayStation 4) sfruttando qualche tweet, mostrando un paio di loghi in coda ad un trailer e spendendo qualche parola durante un evento come il PlayStation Experience?

Sì, quando c’è di mezzo un Hideo Kojima in un’inedita veste di “scapolo d’oro” dell’industria videoludica (ma procediamo con ordine).

Poco più di un anno fa Hideo Kojima è tornato ad essere “un uomo libero”, videoludicamente parlando. Esauriti gli obblighi contrattuali che ancora lo legavano a Konami il game designer nipponico è ufficialmente libero di accasarsi.

La scelta, come sappiamo, ricade in dicembre su Sony Interactive Entertainment, scelta come partner per la prossima creatura di Kojima Production (il criptico Death Stranding) perché, stando alle dichiarazioni del papà di Metal Gear, i legami già costruiti con il colosso giapponese in precedenza permettono di accorciare i tempi di sviluppo.

Continua a leggere

[wp_ad_camp_1]