La peculiarità della nuova Nintendo Switch, console da poco annunciata dalla Grande N, è il suo ritorno alle cartucce. La piattaforma infatti non leggerà i dati tramite disco, ma tramite una cartuccia.

L'ultima console dell'azienda giapponese ad utilizzare questo metodo è stata Nintendo 3DS, e a distanza di 7 anni torna ad essere utilizzato sulla nuova console.

Come potrete notare dall'immagine in calce alla notizia, le differenze tra le due cartucce è minima. Di fatto quella per Nintendo Switch risulta essere di poco più piccola rispetto a quella 3DS.

La nuova console Nintendo sarà disponibile a partire dal 3 marzo 2017 ad un prezzo di €329,99.

nintendo switch-cartuccia

Nintendo Switch avrà un dock aggiuntivo da 3,6 teraflop?

NeoGAF è da sempre un forum di discussione in cui leak e rumor arrivano con grande facilità. Molti di questi si rivelano essere fasulli, purtroppo fino alla smentita ogni eventualità è pur sempre possibile. Per Nintendo Switch è stata la stessa cosa.

Fin dal suo annuncio e anche ora, a seguito della sua presentazione, i rumor su questa nuova console di Nintendo non si sono fermati. In particolar modo, quelli sul suo hardware rimangono nei pensieri, a volte fantasiosi, degli utenti.

Il fatto che Nintendo non abbia dichiarato nulla sull'hardware all'interno della console ha dato a molti carta bianca per sbizzarrirsi. Proprio su NeoGAF si è parlato di una curiosa eventualità. Quella secondo cui, Nintendo potrebbe produrre una versione potenziata della console che si potrebbe concretizzare in una SCD, vale a dire una dock station con hardware performante al suo interno, oppure addirittura una Nintendo Switch 2.

Nel "leak" si parla di utilizzare una GPU classe GP106, paragonabile come potenza alle GTX 1060 di Nvidia. L'utente che ne parla, fa una lunga analisi sulla questione che in parte è condivisibile, mantenendosi sui toni del "se questo è vero". Questo perché dal punto di vista tecnico ci sarebbero diverse problematiche.

Continua a leggere

[wp_ad_camp_1]