In seguito alla presentazione di Nintendo Switch, il presidente di Nintendo of America Reggie Fils-Aime si è prestato a numerose interviste, nella quale ha trattato gli argomenti più "scottanti" riguardanti la nuova console.

Uno tra tutti è sicuramente il nuovo servizio di abbonamento per poter giocare online, che sarà a pagamento a partire da questo autunno. La dichiarazione di Reggie si è, più che altro, soffermato sulle ragione che hanno portato Nintendo a propendere per questa strada.

L'azienda di Kyoto ha da sempre promosso un servizio online gratuito, purtroppo, però, stando a quanto riferito dal presidente "il modo in cui l'esperienza online si è evoluta è costoso da mantenere. L'ammontare di server necessario a supportare Smash Brother o Mario Kart non sono un piccolo investimento".

Reggie ha, infine, concluso con una battuta. "Non esistono codici amico che possiamo utilizzare per questo". Di sicuro è stata una scelta molto controversa, che in molti faranno fatica a digerire.

Altro argomento trattato in un'altra intervista è, invece, il rapporto con Nintendo 3Ds. La natura di console portatile di Nintendo Switch ha per molti messo in "competizione" le due console. Non è così per il presidente di Nintendo of America, per cui "andranno a coesistere, punto e basta. L'abbiamo già fatto prima, gestire due differenti sistemi".

Secondo Reggie Fils-Aime, infatti, Nintendo Switch è si una console che può diventare portatile, ma "ha il cuore di una console casalinga, che tu semplicemente puoi prendere e portarti in giro". La penseranno così anche gli utenti?

Nintendo Switch uscirà sul mercato il 3 marzo al prezzo di 329,99 euro.

Nintendo Switch

Nintendo Switch e la portabilità

Una delle caratteristiche principali di Nintendo Switch è di sicuro la sua natura ibrida di console casalinga e di device portatile. Come in molti hanno potuto provare, però, se portarsela in giro per casa non dovrebbe essere un problema, lo sarà portarla fuori casa.

Non si tratta di una problematica legata alla batteria o altro, ma una semplice questione di dimensioni. In questo caso, infatti, contano tantissimo non essendo possibile mettere Nintendo Switch nella tasca dei pantaloni.

Di fatto, a meno che, non la si voglia portare in giro in mano o in uno zaino, la soluzione migliore sarà acquistare una delle custodie vendute da Nintendo o da altre aziende, già annunciate.

Continua a leggere

[wp_ad_camp_1]