Come su ogni console Nintendo che si rispetti, su Switch non poteva certo mancare il gioco-sfida uno contro uno, per far divertire due amici o per movimentare un po' le classiche feste in casa.

Quest'anno la compagnia nipponica presenta 1-2 Switch, un'esclusiva dai tratti molto semplici, che riesce però a mettere in luce tutte le potenzialità della console e del suo Joy-Con.

Una mossa intelligente quella della grande N, che invece di mettersi a spiegare ogni singola funzionalità del suo sistema presenta un gioco che funge più da demo, come ad esempio Wii Sports per Wii.

Nell'anteprima mostrata durante il Treehouse di Nintendo abbiamo potuto vedere solo 5 dei moltissimi minigiochi presenti nel titolo. Il punto forte del gioco è proprio la vasta gamma di giochini e la completa eterogeneità tra di essi.

Il primo minigioco che abbiamo visto, e forse il più famoso dal momento che è l'unico che fin'ora è stato usato per pubblicizzare il gioco nella campagna di marketing, è Quick Draw. In Quick Draw i due giocatori andranno a impersonare due cowboy in un ambiente western, e il pad fungerà da rivoltella. Come nei film di Sergio Leone, i giocatori dovranno guardarsi negli occhi e tenere la “pistola” rivolta verso il basso, per poi puntarla verso il rispettivo avversario e sparare al segnale.

Vincerà chi punterà il joypad più vicino all'arma dell'amico/nemico, e, ovviamente, chi premerà prima il grilletto, che in questo caso è sostituito dal tasto dorsale. Con questo minigioco riusciamo realmente a capire quante migliorie sono state apportate al Joy-Con di Switch rispetto ai predecessori di Wii. L'accelerometro e il giroscopio presenti all'interno, infatti, hanno una precisione tale da fare invidia a qualsiasi altro sistema simile concorrente.

Il secondo minigioco che abbiamo potuto vedere è Milk. Niente di troppo complesso: dovremo solo rispolverare la tuta da allevatore e mungere una mucca virtuale, per riempire più bicchieri di latte del nostro avversario. Questa volta dovremo usare i due dorsali presenti sul pad per “strizzare la mammella” della mucca, compiendo allo stesso tempo un movimento alternato verticale. Una vibrazione ci farà capire all'incirca quanto latte stiamo riuscendo a spremere.

Il terzo giochino, Copy Dance, è molto simile ad altri giochi classici già visti, come Just Dance, anche se ovviamente ridimensionato. Nel gioco non sarà presente un elenco di canzoni con le quali ballare a tempo (per ora ne abbiamo sentita solamente una), ma dovremo semplicemente copiare le mosse di danza del nostro avversario, a turno. Prima un giocatore dovrà inventare tre passi di danza, che dovranno essere emulati dall'avversario, per poi fare lo stesso con i balli del nostro amico. Vincerà chi avrà copiato più fedelmente i movimenti.

E pensare che quando eravamo piccoli venivamo sgridati se scimmiottavamo qualcuno...
E pensare che quando eravamo piccoli ci sgridavano se scimmiottavamo qualcuno ...

Il quarto mini-game, Table Tennis, è forse il più complicato che abbiamo visto, non solo perchè molto frenetico, ma anche per le combinazioni di tasti che bisognerà usare per effettuare diverse mosse (come la schiacciata e il volè). Si tratta del classico ping pong. Questa volta non potremo vedere la pallina ma solo intuirne la direzione e a velocità in base alle mosse dell'avversario che avremo davanti. Ci aiuterà in questo un “clak”, il classico suono del rimbalzo della pallina sul tavolo, oltre al feedback aptico del pad.

Il gioco successivo è Samurai, dove i riflessi conteranno davvero tanto. Un giocatore dovrà immaginare di avere in mano un bastone di bambù, e dovrà cercare di colpire in testa l'avversario. Lo scopo del secondo giocatore è invece quello di bloccare il colpo. Colui che attacca potrà distrarre l'avversario con finte o mosse da ninja, entro un certo limite di tempo. Per bloccare il colpo, il giocatore che difende dovrà “applaudire” sul Joy-Con nel giusto momento. Vincerà chi per primo farà andare a segno la legnata.

L'ultimo minigioco che abbiamo visto è differente da tutti gli altri: questa volta l'avversario va battuto a suon di morsi. In Eating Contest lo schermo non sarà diviso in due, e non dovremo muoverci o premere alcun tasto. In questo preciso gioco, Nintendo ha voluto mostrare le potenzialità “dell'occhio” del Joy-Con, il sensore ottico.

Esso dovrà essere posizionato vicino alla bocca, e riprenderà le nostre labbra contando quante volte queste vengono aperte e chiuse. Una chiusura equivale ad un morso ad un panino virtuale, e come potrete intuire, si aggiudicherà la vittoria il giocatore che riuscirà a ingurgitare più hot-dog.

Mangiare Hot Dog senza assumere calorie? Interessante...
Mangiare Hot Dog senza assumere calorie? Interessante...

1-2 Switch sembra essere un titolo davvero simpatico, creato appositamente per le serate in compagnia di amici e parenti. Potrà sembrare una copia dei classici giochi di movimento di Wii, ma in realtà ha corpo e anima ben diversi, oltre a contare su una base hardware completamente rinnovata.

Inoltre, anche se non li abbiamo visti personalmente, sono presenti moltri altri minigiochi, di cui la compagnia nipponica non ha ancora rivelato il numero esatto.

Se vi piacciono i giochi basati sul motion gaming da compagnia, anche senza una certa profondità ludica, 1-2 Switch è il titolo che fa per voi.

Il lancio è fissato al day one di Nintendo Switch, il 3 marzo.

[wp_ad_camp_1]