Phil Spencer ha continuato nel corso della giornata a rispondere alle domande dei fan su Twitter. Ovviamente uno degli argomenti cardine è stato Scalebound e la sua cancellazione.

Rispondendo ad alcuni Spencer ha dichiarato che è terribilmente dispiaciuto di come sono andate le cose. "Vorrei che ogni cosa iniziassimo potesse diventare grande, al di la dei rischi, creare diversità".

Purtroppo le cose non sono andate come sperate e rispondendo ad altri, non era solo una questione di pochi investimenti monetari. "Non è una questione di dare X dollari e ricevi il gioco. Ci sono questioni più organiche e iterative".

In conclusione, questa cancellazione non significa che Microsoft smetterà di "rischiare" sui titoli minori. "Non abbandoneremo i progetti degli studi indipendenti, ma sono d'accordo sul fatto che i giochi prime parti siano decisivi".

In ogni caso, quest'anno potrebbe essere molto importante per Microsoft. All'orizzonte abbiamo, infatti, il lancio di Project Scorpio che si avvicina. Microsoft sarà pronta?

Minecraft Xbox One S

Le lamentele di Kamiya sulla pubblicità Microsoft

Nella giornata di ieri è arrivata una brutta notizia per i possessori di Xbox One: Scalebound è stato ufficialmente cancellato, alcuni rumor vogliono per via di alcune diatribe tra Microsoft e Platinum Games.

A conferma di questa tesi ci sono alcuni tweet di Hideki Kamiya, direttore del progetto, risalenti al 2014 nei quali si lamentava del marketing della casa di Redmond.

In particolare un utente chiese al game designer se il trattamento riservato a Scalebound fosse migliore oppure no di quello che Nintendo riservò a The Wonderful 101, titolo del 2013.

Purtroppo il commento di Kamiya non lasciava troppo spazio all'immaginazione, facendo capire che già all'epoca qualcosa tra la loro partnership non andava.

Commenti ufficiali in merito al motivo della cancellazione del gioco non sono ancora arrivati, dunque prendete queste come semplici rumor.

Continua a leggere

[wp_ad_camp_1]