Negli ultimi anni si stanno affacciando sul mercato diversi device che supportano o simulano i giochi e le console più famose del passato. Basti vedere al poderoso successo del Mini NES prodotto da Nintendo per confermare che si tratta di un mercato decisamente attivo.

Al CES 2017 è stato, tra le altre cose, presentato un particolare device, il Super Retro Boy. Trattasi, in pratica di una console portatile in grado di far girare le vecchie cartucce per Game Boy, Game Boy Color e Game Boy Advance.

Il device è stato ideato sulla forma del primo Game Boy, ma più piccolo e maneggevole. Tra le caratteristiche abbiamo una batteria ricaricabile con il classico attacco micro USB, uno schermo retro-illuminato (a differenza del Game Boy autentico) e i tasti dorsali del Game Boy Advance posizionati sotto ad A e B.

Il Super Retro Boy è stato creato dall'azienda Retro-Bit e verrà venduto a partire da quest'estate al prezzo di 80 dollari. Non è chiaro se ci sarà anche un'uscita europea, ma di certo sarebbe ben accolta.

Qui di seguito trovate un breve vide, che vi fa vedere più nel dettaglio il device.

Mini NES di Nintendo hackerata, ora è possibile aggiungere altri giochi

Un hacker russo è riuscito a violare Mini NES e inserire nuovi giochi, oltre a quelli già pre-installati al suo acquisto.

Una cosa che ha fatto molto discutere i fan della piccola console, è stata infatti la limitata scelta di titoli Nintendo con cui giocare e l'impossibilità di aggiungerne altri a propria scelta.

E proprio per questo motivo il russo "madmonkey" (così chiamato su Reddit) ha deciso di aggirare le limitazioni imposte da Nintendo sul NES Classic Mini, hackerarla e installare nuove ROM.

L'utente ha anche caricato una guida e un video (in calce alla notizia) che mostra il procedimento per hackerare la console. Per fortuna non si dovrà armeggiare a livello hardware, ma solamente collegare la console al proprio PC tramite entrata USB ed utilizzare un programma chiamato "hakchi".

Continua a leggere

[wp_ad_camp_1]