Secondo molti sviluppatori, con la nuova Nintendo Switch sarà molto più facile poter sviluppare videogiochi data anche la collaborazione con Nvidia. Con Nintendo Wii U ciò non era avvenuto, ed anche per questo motivo molte software house non hanno sviluppato su quest'ultima console.

Dello stesso parere è anche Mel Kir di Zen Studios, il quale in una recente intervista con GamesTM ha affermato quanto segue:

"Molti degli sviluppatori hanno avuto esperienza di lavorare con la tecnologia Nvidia, ad un certo punto della loro carriera. I loro strumenti sono facili da integrare, quindi si, penso che ciò renderà lo sviluppo su Switch molto più semplice rispetto a Wii U".

Dunque questo potrebbe anche significare che arriveranno molti più titoli da software house di terze parti, sulla nuova console Nintendo.

nintendo-switch-gamesoul-13-1280x720

Nintendo Switch potrebbe essere difficile da trovare al lancio

Un problema che ha sempre afflitto i prodotti Nintendo, almeno quelli lanciati negli ultimi due anni, è l'understocking, ovvero l'invio di una quantità di console molto minore alle richieste ai rivenditori.

Avrete sicuramente notato tale problema quando la compagnia nipponica lanciò gli Amiibo, il 3DS XL, il NES Classic Mini e il nuovo Nintendo 3DS venduto durante il black friday a 99$.

A quanto pare, la grande N non cambierà la sua politica nemmeno per Nintendo Switch. Alcuni insider, hanno suggerito su NeoGAF e GoNintendo che ottenere Switch al lancio sarà alquanto problematico, poiché Nintendo spedirà un numero di console che non rispecchierà la richiesta dell'utenza.

Questo accadrà per tutti i rivenditori, anche i più grandi, come GameStop, Best Buy, Amazon e Walmart.

Per questo motivo, consigliamo a voi lettori appassionati di Nintendo di preordinare la console non appena la compagnia renderà disponibili i pre-order. I prezzi e le caratteristiche della nuova piattaforma verranno rivelati a breve, durante l'evento Nintendo del 13 gennaio.

Fonte

[wp_ad_camp_1]