Una delle maggiori controversie riguardo The Legend of Zelda: Breath of the Wild riguarda la sua data di uscita. Come sappiamo il titolo, annunciato in primis per Nintendo Wii U nel lontano 2013 è stato rimandato di mese in mese finendo tra i titoli in sviluppo per Nintendo Switch.

Ad oggi la data di pubblicazione non è ancora stata confermata, ma fino a qualche tempo fa si sospettava sarebbe potuta coincidere con quella di Nintendo Switch. Nel corso degli ultimi mesi, però, la situazione si è "complicata" ed ora le cose non son così chiare.

Ad oggi, il gioco è stato fissato per il 2017 senza un periodo preciso. Ma cosa sta accadendo dietro le quinte? Quali potrebbero essere i piani di rilascio del gioco?

Secondo alcune fonti molto vicine ad Eurogamer la questione è molto più complicata del previsto, almeno per noi in Europa. Questi insider hanno confermato che sia in Giappone, sia in America The Legend of Zelda: Breath of the Wild verrà pubblicato come titolo di lancio di Nintendo Switch, a marzo.

Questa scelta è stata presa per evitare impatti negativi del rinvio del gioco dopo l'uscita di Nintendo Switch. Allo stesso tempo si propende per pubblicare un titolo il più perfetto e pulito possibile, ma come sappiamo già ad inizio autunno si vociferava che lo sviluppo fosse quasi terminato e mancassero solo 4\6 mesi di lavoro sulla localizzazione.

Qui cominciano i problemi. Dato il gran numero di lingue qui in Europa, la localizzazione richiede in teoria più tempo. Da qui, sempre secondo queste fonti, sarebbe iniziata una lunga conversazione tra la sede giapponese e Nintendo of Europe, sul da farsi.

Ci sarebbero tre possibili soluzioni.

  • La prima è che Nintendo of Europe dedichi ogni risorsa disponibile per completare la localizzazione in tempo e pubblicare il gioco a marzo insieme alla divisione americana e giapponese.
  • La seconda è un compromesso, nella quale The Legend of Zelda: Breath of the Wild viene rilasciato localizzato solo in alcune lingue. Le restanti verranno aggiunte con una patch, così come accaduto per Xenoblade Chronicles X.
  • La terza soluzione è forse quella peggiore. Vale a dire, aspettare il completamento della localizzazione secondo i tempi previsti. Di conseguenza The Legend of Zelda: Breath of the Wild uscirà qualche mese dopo gli altri cugini americani e giapponesi.

Di sicuro si tratta di una decisione difficile da prendere. Il 13 gennaio vedremo, infine, cosa avrà deciso Nintendo of Europe.

zelda-botw_cover

The Legend of Zelda: Breath of the Wild è il titolo più atteso dagli utenti di NeoGAF

Come avviene ogni anno, l'utente e famoso insider shinobi602 ha indetto su NeoGAF una votazione per i videogiochi più attesi di questo 2017.

Curioso notare come il titolo più atteso di quest'anno secondo gli utenti del famoso forum è The Legend of Zelda: Breath of The Wild, con il secondo posto guadagnato dal titolo della software house Atlus Persona 5.

Horizon: Zero Dawn è "solamente" al terzo posto, come accaduto anche con la classifica dell'anno scorso che vedeva persona 5 di nuovo al secondo posto.

Continua a leggere