Il 2016 è stato per Sony un anno di grandi conferme, di promesse mantenute ed è stato anche un trampolino di lancio per emozionanti trailer ed anteprime per gli anni a venire. Abbiamo assistito all'arrivo, dopo uno sviluppo sofferto di The Last Guardian, ad uno dei lanci più discussi della storia con No Man’s Sky e alla nascita di uno dei migliori titoli d’avventura degli ultimi anni, ovvero Uncharted 4.

Naughty Dog ha scritto una pregevole lettera d’amore per i fan storici, se consideriamo i vari rimandi mai banali e per nulla forzati al resto della saga, ma allo stesso tempo ci ha regalato un titolo ottimo né fine a sé stesso, né relegato ad operazione fan service.

Uncharted 4, però, ha deciso di invadere anche il nostro 2017 con l’arrivo del primo DLC single player del franchise: protagonista di questa vicenda sarà Chloe Frazer, che ha fatto il suo esordio nella saga con Uncharted 2: Il covo dei ladri.

La storia si svolgerà a circa un anno dagli eventi di “La fine di un ladro” e Naughty Dog ha promesso grandi cambiamenti per quanto concerne il gameplay e il feeling pad alla mano, considerando il passaggio di testimone da Nathan a Chloe e il loro modo diverso di porsi nei confronti di situazioni, eventi e combattimenti.

Il titolo è stato annunciato nel corso della Playstation Experience di dicembre ma, al di là di un generico 2017, non si sa molto sulla data di uscita effettiva.

PlayStation 4
Il primo DLC-Storia della serie di Uncharted si prospetta molto interessante.

Cominciamo, però, con ordine e partiamo dalle uscite che ci investiranno all'inizio dell’anno. Nel mese di gennaio arriveranno due importanti titoli agli antipodi, cronologicamente parlando, delle rispettive serie.

È il mese dello sbarco in occidente del primo interessantissimo capitolo della serie Yakuza (cronologicamente parlando). Il titolo, che funge da prequel al fortunato franchise SEGA nato su PlayStation 2, arriverà in Europa e nel resto del mondo il 24 gennaio (a circa un anno dall’originale lancio nipponico).

Per Gravity Rush, invece, arriva un sequel. Il titolo Japan Studio / Project Siren, nato su PS Vita e considerabile - almeno in Europa - alla stregua di un titolo di lancio per la console portatile Sony, dopo aver ricevuto una remastered per PlayStation 4 nel febbraio del 2016, si prepara ad accogliere il secondo capitolo.

Questa volta si tratta di un'uscita diretta ed esclusiva sulla console casalinga current gen di casa Sony. Il titolo, in uscita il 18 gennaio, si pone come un’ottima evoluzione delle meccaniche apprezzate nel primo capitolo.

Un mese di gennaio che trasuda Giappone da tutti i pori.

Gravity Rush 2 espande tutto quello che c’era di buono nel primo capitolo.
Gravity Rush 2 espande tutto quello che c’era di buono nel primo capitolo.

Proseguendo nel corso dell’anno troviamo sempre il Giappone protagonista, ma in veste di ambientazione.

Nioh, l’ultima fatica di Team Ninja, in arrivo sul binario 9 febbraio, è un titolo souls-like ambientato nell’epoca Sengoku, in un Giappone dark fantasy fittizio.

Nioh vede come protagonista una rivisitazione del primo e storico samurai venuto dall’occidente, ovvero William Adams.

Il gioco, tramite un alpha il 26 aprile 2016 e una beta del 23 agosto dello stesso anno, ha saputo farsi apprezzare per un sistema di gioco e di combattimento interessante, versatile e con un alto tasso di sfida che, oltre ad ispirarsi ai franchise di From Software ed in particolar modo a Bloodborne, inserisce molte meccaniche proprie.

Parliamo, ad esempio, della rigenerazione del Ki e della “familiarità” con le armi.

Possiamo dire che Sony è la casa dei “Souls” ?
Possiamo dire che Sony è la casa dei “Souls” ?

William incrocerà il proprio cammino con quello di famose figure storiche tra cui Tokugawa Ieyasu e il suo fedele ninja Hattori Hanzō e si ritroverà ad affrontare alcuni tra i più iconografici yōkai della mitologia giapponese. Un titolo senza dubbio attesissimo e che potrebbe rivelarsi un system seller per i giocatori in cerca di titoli “hardcore” in combo con il sopra citato Bloodborne.

Nello stesso mese arriva anche Horizon: Zero Dawn, l’esclusiva più attesa dell’anno sulla console Sony, la quale ha incantato tutti con la sua presentazione all’E3 2015.

In un titolo che mostra al tempo stesso la bellezza e la pericolosità del mondo, in una realtà post-apocalittica in cui l’uomo non è sovrano indiscusso sulla natura per via della presenza di dinosauri robot, Guerrilla Games si prepara ad offrirci, il 28 febbraio 2017, un interessantissimo titolo d’azione con visuale in terza persona.

Protagonista del titolo, in un ambiente di gioco open world con ciclo giorno e notte dinamico, sarà la cacciatrice Aloy, che vanterà l’utilizzo di armi da mischia, da distanza e la capacità di un possibile approccio stealth. Il titolo è davvero promettente e il motore Decima, in grande spolvero, mette in mostra i muscoli della console di casa Sony.

Turn10 avrà pane per i suoi denti con il nuovo titolo Polyphony Digital?
Turn10 avrà pane per i suoi denti con il nuovo titolo Polyphony Digital?

Un altro titolo tanto atteso e grande assente della vetrina Sony in questi primi 3 anni di console è stato di sicuro Gran Turismo.

Sebbene abbia subito uno sviluppo ed un trattamento post lancio burrascoso, Driveclub ha saputo tener banco nell’ambito delle simulazioni di guida. La concorrenza, però, ha inanellato un capolavoro dopo l’altro con la serie Forza Motorsport e la sua serie spin-off Forza Horizon.

È giunto quindi il momento, in questo 2017, per Polyphony Digital, di scendere in pista con Gran Turismo Sport e di accettare la sfida di Turn10 Studios. Il titolo, oltre ad un incredibile comparto single player e multy, sarà pronto ad offrire anche un’esperienza VR molto genuina.

Quest’ultima è stata un po’ il cavallo di battaglia di Sony nell’anno appena conclusosi e non intende fermarsi, continuando a sfornare giochi divertenti ed avvincenti come Starblood Arena e Farpoint, titoli FPS in VR annunciati alla PlayStation Experience del 2016 ed in arrivo nel 2017.

Horizon è forse uno dei titoli più attesi dell’anno.
Horizon è forse uno dei titoli più attesi dell’anno.

Altra potenziale killer app di questo 2017, in esclusiva console Sony, è NieR: Automata. Titolo JRPG open world, NieR: Automata, nelle sapienti mani di Platinum Games, condivide l’ambientazione post apocalittica del NieR originale, uscito sulla old gen di console, e si pone, seconda una timeline sconosciuta, come sequel di quest’ultimo.

Il conflitto tra la razza umana e l’invasione di un'armata di macchine proveniente da un altro mondo si consuma in questo titolo che si prepara a ribaltare le sorti del lancio del primo e sfortunato capitolo della serie.

Rimanendo in tema di JRPG, segnaliamo anche l’arrivo di Ni No Kuni II: Revenant Kingdom, sequel del meraviglioso titolo di Level-5 sbarcato qui in Europa solo quattro anni fa, con la chiusura del ciclo vitale della console old gen.

Il titolo vedrà protagonista Evan, sovrano di Ding Dong Dell e Roland, entità proveniente da un altro mondo, nel loro viaggio di riconquista di un regno usurpato.

L’altro attesissimo gioco di ruolo in chiusura di questo trio eccezionale, in arrivo il 4 aprile, è Persona 5, sesto capitolo della serie targata Atlus.

NieR: Automata, sleeper hit o successone annunciato dal dayone?
NieR: Automata, sleeper hit o successone annunciato dal dayone?

Il 2017 è anche un anno di sguardi al passato.

All’E3 2016 è stato annunciata la rimasterizzazione della trilogia originale di Crash Bandicoot, grande successo di Naughty Dog sviluppato per PlayStation.

È stata mostrata alla PlayStation experience in veste di Nsane Trilogy e confermata per il 2017 insieme ad altri grandi ritorni. Dall’epoca Playstation e dai gloriosi anni novanta arrivano infatti, portandosi dietro una carrellata scopiettante di “feels” , WipEout Omega Collection e Parappa The Rapper 20th anniversary.

Sapere che quest’ultimo titolo e che il primo Crash Bandicoot hanno da poco compiuto 20 anni mi ha fatto sentire incredibilmente vecchio e nostalgico, ma al tempo stesso mi ha strappato un sorriso poiché ho potuto vivere l’intenso ed appassionante ciclo vitale di tutte le console di casa Sony.

 TURBOFEELS.
TURBOFEELS.

Quest’anno sarà anche caratterizzato dall’arrivo di qualche titolo di nicchia dalle nostre parti che potrebbe aver in serbo qualche sorpresa.

Innanzitutto parliamo di qualche titolo sportivo, molto in voga nella terra del Sol Levante.

Registriamo, infatti, l’arrivo di New Everybody’s Gold, ultima incarnazione del quasi-omonimo franchise e di MLB The Show 17, titolo di baseball, quest’ultimo considerabile alla stregua di uno sport nazionale in Giappone.

In arrivo anche Knack 2, titolo poco apprezzato dalle nostre parti ma che a quanto pare ha meritato un sequel, il quale non sembra poi così male a giudicare dal trailer.

Hellblade, titolo che ha patito uno sviluppo davvero travagliato.
Hellblade, titolo che ha patito uno sviluppo davvero travagliato.

Per concludere, possiamo dire che il 2017 è anche l’anno di qualche titolo travagliato.

È l’anno del tormentatissimo Hellblade: Senua’s Sacrifice, titolo hack and slash di Ninja Theory in uscita anche su PC, che incarnerà al meglio i 3 cardini dello sviluppo secondo i suoi stessi creatori: combattimento in stile ninja, presenza di personaggi con storie importanti e una direzione artistica unica ed ispirata.

È in arrivo anche Dreams, titolo sandbox dai mille volti dai creatori di LittleBigPlanet e Tearaway.

Mio grande rammarico, poi, è l’assenza - confermata da un tweet correttivo di Yoshida dopo un erroneo inserimento nel trailer dei titoli Sony del 2017 - dalle uscite di quest’anno di Detroit: Become Human, interessantissimo titolo di Quantic Dream che slitta con tutta probabilità al prossimo anno.

Insomma si prospetta un anno ricco di sorprese, remastered, esclusive consolidate, nuove proprietà intellettuali e chi più ne ha più ne metta. Complimenti a Sony per l’anno appena conclusosi e per questo magico anno che ci stai prospettando.

[wp_ad_camp_1]