Nel corso dell'ultimo episodio della serie Pacther Factor, disponibile su YouTube, il noto analista Michael Pachter ha parlato di Nintendo, delle sue nuove IP e del compianto Satoru Iwata.

Parlando in particolare di Super Mario Run, Pachter ha lodato la partnership tra Nintendo e Apple, ma ha criticato l'idea di renderlo un free-to-start piuttosto che un free-to-play.

Tale scelta, secondo l'analista, è figlia di un Satoru Iwata che, nel suo ultimo periodo da Presidente Nintendo prima della sua prematura scomparsa, "non era più così tanto grande".

Voi condividete l'acuta analisi di Pachter?

Super Mario Run punta anche a un pubblico più anziano

Dopo anni di attesa, finalmente Super Mario arriva anche sul mercato mobile: un endless runner intitolato Super Mario Run, infatti, farà il proprio debutto su iOS nel mese di dicembre.

Si tratta, quindi, del primo gioco tradizionale della casa di produzione nipponica ad essere interamente sviluppato per dispositivi mobili e sarà almeno in una fase iniziale un'esclusiva per iOS, il che lascia la porta aperta sia ad Android che a Nintendo NX in futuro.

Il creatore di Super Mario, Shigeru Miyamoto ha parlato della questione mobile e di come il suo desiderio sia far divertire i giocatori più anziani che giocavano a Super Mario quando erano più piccoli.

"Mi sento felicissimo di portare Super Mario sui dispositivi intelligenti di tutto il mondo", ha specificato Miyamoto. "Questo rende Super Mario ancora più conosciuto e famoso e non posso che essere contento. Inoltre spero che questo riavvicini i giocatori più anziani che giocavano a Super Mario anni prima e che ora possono divertirti proprio come un tempo".

Sicuramente la mossa di Nintendo non è piaciuta a tutti, ma è innegabile come un titolo di Super Mario giocabile su cellulare tra una fermata e l'altra della metropolitana è una cosa molto interessante.

[wp_ad_camp_1]