Mentre Lincoln Clay procede alla conquista dei 10 quartieri di New Bordeaux presenti in Mafia III, avrà da affidare gli stessi a qualcuno dei suoi tre Generali, ovvero Vito Scaletta, Cassandra e Thomas Burke.

Ognuno di questi ha il proprio carattere ed una propria agenda personale, quindi è importante mettere il capo giusto nel quartiere giusto, in modo tale da non far finire tutto in rovina.

mafia-iii-thomas-burke

Mafia III, i distretti di Thomas Burke

Thomas Burke è un subdolo ex ladro nonché mafioso in piena regola irlandese, che ha lavorato a lungo per la famiglia Marcano.

Dopo un affare andato storto, Sal stesso ha deciso di sbarazzarsi di Burke ma il piano è fallito, di conseguenza Thomas si è unito a Lincoln nella propria vendetta contro la famiglia mafiosa italiana.

I distretti in cui si trova più a suo agio sono quattro, ovvero Pointe Verdun, French Ward, Tickfaw Harbor e Frisco Fields.

Pointe Verdun è la casa di Thomas Burke, il quartiere dove è nato e cresciuto come mafioso: qui lo conoscono tutti, senza considerare che la vendita illegale di liquori su cui prospera il commercio della zona è completamente in mano sua.

French Ward è probabilmente il quartiere peggiore della città, regno incontrastato di prostitute e spacciatori, due delle attività preferite dal nostro Burke, in più si trova vicino a Pointe Verdun, quindi non vi è motivo alcuno per non affidarglielo.

Tickfaw Harbor è un altro distretto ben conosciuto da Thomas, poiché nel locale porto a suo tempo vi svolgeva attività di contrabbando di automobili e di altri generi rubati per conto dello stesso Marcano.

Frisco Fields è infine un quartiere molto controverso in quanto casa della Southern Union, gruppo criminale razzista che ricorda da vicino il tristemente famoso Ku Klux Klan, che fa della compravendita dei neri la sua fonte di guadagno principale.

Per tenere sotto controllo l'area, dunque, il generale migliore si dimostra essere proprio il nostro Thomas Burke.