Nel primo Dragon Ball Xenoverse l'abbigliamento era essenziale per modificare la struttura del personaggio e le sue abilità. Ogni parte del corpo poteva essere modificata con un nuovo costume per avere dei benefici nel Ki, Salute, Stamina e altro. In Dragon Ball Xenoverse 2 questa feature è tornata.

È stata ulteriormente migliorata aggiungendo i QQ Bangs, ovvero la possibilità di personalizzare gli attributi e personalizzare ancora di più il proprio Patroller.

Di seguito, invece, vi mostriamo il tutorial per imparare a giocare nella nuova modalità 6VS1. In queste missioni c'è un nemico molto potente che potrebbe spazzarci via con un colpo d'aura, ma con l'aiuto di altri cinque amici forse la vittoria non è così un miraggio. Ecco il tutorial che mostra come combattere e vincere questo tipo di scontri.

Alcuni dettagli su Dragon Ball Xenoverse 2

Con la release fissata al prossimo 27 ottobre 2016, Dragon Ball: Xenoverse 2 fa parlare di sé con news fresche ogni giorno. Il producer del gioco, Masayuki Hirano, ha recentemente condiviso in un'intervista nuovi interessanti dettagli su cosa offrirà e cosa NON offrirà il gioco.

Prima di tutto, la durata della modalità storia si attesterà più o meno sui livelli di quella del primo Dragon Ball Xenoverse. Questa volta però, il gioco offrirà molti più contenuti e feature per allungare la longevità dell'avventura.

Ci sarà anche la modalità World Tournament, che sarà aggiunta poco dopo il lancio del gioco. Alcuni personaggi non saranno inclusi nel gioco, incluso Goku da giovane. Non saranno presenti neanche la seconda trasformazione di Freezer e di Cell, né molte delle trasformazioni assorbite di Buu, proprio come il primo episodio.

Un'altra trasformazione che non farà la sua comparsa è la versione Kaioken di Goku Super Saiyan Blu, vista recentemente in Dragon Ball Super.

Anche se questi personaggi e trasformazioni non saranno presenti, Hirano promette che il team le aggiungerà in seguito se i fan lo richiederanno a gran voce.

Fonte

[wp_ad_camp_1]