Direttamente dal Tokyo Game Show, Square Enix ha mostrato il nuovo trailer di Final Fantasy XII: The Zodiac Age, titolo remaster in arrivo su PS4 durante il 2017.

Nel trailer si può vedere come le scene d'intermezzo siano in formato Widescreen, e questo ha fatto un po' storcere il naso ai giocatori, ma non abbiate paura che le fasi di gameplay saranno a schermo intero.

Al momento, però, non è stata diffusa ancora nessuna data d'uscita per quanto riguarda Final Fantasy XII: The Zodiac Age, con ancora un rilascio indicativo per il prossimo anno. A quanto pare, il gioco sarà disponibile simultaneamente in Giappone, Nord America e Europa, senza particolari esclusive dei mercati.

Vi lasciamo al trailer, augurandovi una buona visione!

Final Fantasy XV: il motivo del rinvio

Final Fantasy XV è stato rinviato da settembre a novembre causando un'ondata di malcontento nei fan che aspettano il titolo da parecchio tempo quindi, come spesso accade, gli sviluppatori hanno speso un po' del loro tempo per spiegare come mai hanno deciso di rinviare il titolo.

Hajime Tabata, game director di Final Fantasy XV, ha spiegato ai microfoni diFamitsu che "l'ottimizzazione non era ancora sufficiente" per via di "numerosi bug" e di un framerate che non arrivava ai 30 fps.

Molti di questi bug permettono comunque ai giocatori di proseguire ma Tabata vorrebbe risolverne il più possibile prima dell'uscita del gioco visto che molti sono parecchio fastidiosi.

Tabata ha precisato che attualmente il gioco gira con risoluzione dinamica sia su PlayStation 4 che su Xbox One. La versione su console Sony gira tra i 900p e i 1080p e cerca di mantenere fissi i 30 FPS. La versione per Xbox One gira tra i 765p e i 900p e anche qui il frame rate è vicino ai 30 FPS.

Detto questo, ha chiarito che il lavoro di ottimizzazione non è finito e la squadra continuerà a lavorare su questo fronte fino a quando uscirà ufficialmente il gioco ed in particolare sulla stabilizzazione del frame rate. In cima agli interessi vi è questo, ma i miglioramenti grafici non si bloccano come per esempio il lavoro del team per migliorare l'aspetto di alberi e arbusti a distanze intermedie, che saranno resi meglio nel gioco finale.

Un altro motivo dietro il rinvio sta nel "bilanciamento del gioco" sul quale Tabata non ha voluto esprimersi ulteriormente.

"Speriamo che tutti possiate capire", ha concluso il game director.

Fonte

[wp_ad_camp_1]