Call of Duty 2 è appena stato inserito nel programma di retrocompatibilità che permette ai giocatori in possesso di Xbox One di cimentarsi in titoli originariamente sviluppati per Xbox 360 e, fin da subito, è stato notato un notevole incremento delle prestazioni: i cali di framerate, ad esempio, sono stati risolti in modo da garantire un'esperienza di gioco più consistente, che si avvicina di molto all'obiettivo prefissato di 60 fps.

Riapprocciando il gioco originale su Xbox 360, noteremmo che il gioco rimbalza costantemente tra i 30 e i 60 fps, creando una sensazione a dir poco stridente (e poco auspicabile per un titolo del genere).

Nel video che vi abbiamo mostrato, potete notare come le performance migliorate abbiano risolto molti dei problemi legati al gioco, lasciando in generale una grafica estremamente pulita. Seppure non sia perfetta, il punto chiave è che i difetti riscontrati sono estremamente rari grazie alla GPU più recente di Xbox One.

Ricordiamo che chiunque fosse in possesso della copia digitale o fisica del gioco per Xbox 360 potrà usufruirne gratuitamente anche su Xbox One mentre gli altri giocatori dovranno acquistare il noto FPS al prezzo di circa 20 euro.

Fonte

[wp_ad_camp_1]