Ubisoft quest'anno ha mancato l'appuntamento con Assassin's Creed, il franchise videoludico più celebre appartenente alla società francese.

Quest'anno però gli utenti non resteranno a bocca asciutta, perché come ben sappiamo, è in arrivo la trasposizione cinematografica del gioco, che vedrà come protagonista l'attore Michael Fassbender.

Il publisher ha parlato della pellicola, affermando che lo scopo del film non è quello di generare profitti per l'azienda, ma al contrario, si tratta di un investimento per avvicinare più persone al franchise e aumentare le vendite dei futuri titoli della serie.

Il direttore esecutivo di Ubisoft EMEA, Alain Corre, ha parlato ai microfoni di MCV. Ecco le parti più salienti della sua intervista:

"Non abbiamo intenzione di guadagnare un sacco di soldi dal film. Si tratta più di una cosa legata al marketing. Sarà un bene per l'immagine del marchio".

"Anche se faremo un po' di soldi, non è lo scopo di questo film. Lo scopo è quello di far conoscere Assassin's Creed a più persone. Abbiamo già la nostra base di fan, ma quello che vorremmo fare è di porre questo franchising di fronte a molte più persone".

Così facendo, Ubisoft spera di aumentare ancora di più i destinatari delle copie dei nuovi Assassin's Creed.

Fonte

[wp_ad_camp_1]